PROVINCIA DI TRENTO

Giornata dell'Autonomia 2019 - video integrale tv -

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – “Nel 2017 opereremo una importante verifica del progetto sicurezza e delle modalità con le quali viene effettuato il servizio da parte della Polizia Locale e potremo anche rivedere lo standard minimo che oggi blocca le assunzioni di nuovi agenti, ma i Comuni devono sapere che una revisione del progetto sicurezza deve partire proprio da loro, ai quali è lasciata assoluta libertà gestionale, senza che vi sia un obbligo verso la gestione associata del servizio”. E’ quanto ha affermato l’assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss intervenendo stamane a Moena alla 9a Giornata della Polizia Locale nella ricorrenza del patrono S.Sebastiano.

Daldoss è intervenuto dopo i messaggi di saluto del sindaco di Moena Edoardo Felicetti, del comandante della Polizia Locale della Val di Fassa, Gianluca Ruggero, e della Procuradora Elena Testor, che hanno sottolineato come, in tema di sicurezza del territorio, la Polizia Locale ricopra un ruolo multidisciplinare, che va al di là del mero controllo del traffico per abbracciare attività attinenti ai campi dell’edilizia e dell’ambiente, interpretando anche la domanda di sicurezza espressa dai turisti. Per Daldoss, la sicurezza “deve essere assunta quale bene sociale di primaria importanza nelle politiche locali”, ed è proprio grazie a questa convinzione – ha ricordato l’assessore – che la Giunta provinciale, da diversi anni ormai, ha investito energie e risorse per realizzare un Sistema integrato di politiche per la sicurezza, secondo una moderna impostazione a rete che valorizzi l’autonomia dei Comuni, delle Comunità e le esigenze di coordinamento su scala provinciale, un modello che ha trovato compiuta attuazione nella legge provinciale n. 8 del 27 giugno 2005.

Il sistema integrato di sicurezza urbana ha tra i suoi obiettivi anche quello di promuovere un governo unitario delle politiche di sicurezza, attraverso una più stretta collaborazione tra amministrazioni locali, polizia locale e autorità di controllo dell’ordine pubblico e proprio nello spirito di creare una più stretta collaborazione tra le istituzioni – ha ricordato ancora l’assessore Daldoss – è stato firmato lo scorso 7 dicembre il “Protocollo d’intesa per la sicurezza della Provincia di Trento” tra Commissariato del Governo di Trento, Provincia autonoma di Trento e Consorzio dei Comuni trentini. “I Comuni – ha concluso Daldoss – sono chiamati ad essere parte attiva, anche con investimenti propri, del “cruscotto integrale di sicurezza” che si sta costruendo per il nostro territorio”. A conclusione della cerimonia la premiazione degli agenti di Polizia Locale meritevoli.

 

 

Foto da comunicato stampa: