PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 13)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Si terrà venerdì 10 febbraio alle ore 14.30, all’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo, il primo di una serie di incontri, organizzati dalla Provincia autonoma di Trento, nell’ambito delle azioni di confronto per la definizione del nuovo Piano Provinciale per la Scuola Digitale (Ppsd). Quattro gli appuntamenti in programma che affronteranno il tema della nuova scuola digitale con il contributo delle esperienze del territorio e di esperti a livello nazionale ed internazionale. Il focus del primo incontro, che si terrà il 10 febbraio alle 14.30 all’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo, riguarderà Ambienti e Strumenti, a seguire, venerdì 17 febbraio 2017 presso l’Istituto Comprensivo di Borgo Valsugana si parlerà di Competenze e Contenuti, mentre venerdì 24 marzo 2017 presso l’Istituto Comprensivo Valle dei Laghi di Vezzano sarà la volta di Formazione e Accompagnamento. L’ultimo dei quattro appuntamenti si terrà ad Educa, in programma a Rovereto dal 7 al 9 aprile 2017, e sarà l’occasione per varare ufficialmente il nuovo Piano Provinciale per la Scuola Digitale.

Con il primo appuntamento di venerdì 10 febbraio alle ore 14,30 presso l’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo, prendono il via le iniziative di confronto per l’attuazione del nuovo Piano Provinciale per la Scuola Digitale (Ppsd). Il nuovo Piano, che recepirà i principi delineati a livello nazionale declinandoli in base alle peculiarità della scuola trentina, sarà strutturato su 4 ambiti: Strumenti, Competenze e Contenuti, Formazione, Accompagnamento. Si tratterà di un documento di indirizzo per il rilancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola, dove competenze e tecnologia si integreranno trasformandosi in un’azione di sistema  verso l’innovazione e il cambiamento.  Temi strategici che nei prossimi anni condizioneranno fortemente il livello della didattica. Per questa ragione l’Amministrazione provinciale ha ritenuto opportuno aprire un ampio confronto con la comunità scolastica che sarà coinvolta in prima persona in questo processo di cambiamento.

 

 

Foto: da comunicato stampa