News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

SANITÀ TRENTINA: DEGASPERI, L’ASSESSORE ZENI E L’ARTE DI ARRAMPICARSI SUI VETRI

Scritto da
12.11 - mercoledì 12 luglio 2017

(Fonte: Filippo Degasperi) – L’Assessore Zeni e l’arte di arrampicarsi sui vetri. Leggo la replica dell’Assessore Zeni (dopo quella del dg Bordon) e sento un forte stridore di vetri, come se qualcuno cercasse di invano di arrampicarsi.

Non sono certo un amante delle statistiche come la coppia Zeni-Bordon. Propagandare solo quelle che fanno comodo però, è evidente indice di debolezza.

Non è di certo il consigliere Degasperi o il M5s ad aver retrocesso la Sanità trentina alla quarta posizione, superata da Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte (vedi lo studio Demoskopika).

Degasperi e M5s non sono nemmeno imputabili di aver osato collocare (come fa la ricerca di Crea) il giocattolino di Zeni al penultimo posto tra i sistemi sanitari giudicati intermedi, stretti tra la Campania e la Basilicata.

Nella risposta l’Assessore quindi sbaglia interlocutori. Piuttosto che dedicare le sue attenzioni al M5s, vada a raccontare agli istituti di ricerca quello che evidentemente non hanno capito, ovvero che noi siamo sempre i migliori e che “esiti clinici positivi” e “universalità del sistema” altrove non ci sono, nemmeno nelle regioni che continuano a surclassarci nelle classifiche e nella capacità di attirare pazienti.

Una volta convinti i ricercatori, potrà provare anche a convincere i trentini.

Quanto agli esiti clinici, li conoscono molto bene gli oltre 18 mila trentini che annualmente si recano fuori provincia per cercare cure che nelle strutture sanitarie trentine non trovano.

Quanto a universalità del sistema, dica l’assessore quali sono le regioni in cui manca anziché denigrare gratuitamente.

Per decenza speriamo non faccia riferimento alle prestazoni garantite dalla legge sull’odontoiatria che da tempo si sta provando a sabotare.

Sul “maggior numero di prestazioni” rispetto agli standard, l’assessore le elenchi. Ai trentini sono note solo le visite libero professionali, in continuo aumento, e i vergognosi tempi di attesa per visite ambulatoriali specialistiche.

 

 

 

*

Filippo Degasperi

Cons. prov. M5s

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.