News immediate,
non mediate!

Gianpiero Lui – Candidato sindaco Rovereto (Tn)

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – La Sicurezza

Categoria news:
OPINIONEWS

SANITÀ: BEZZI, TRA TRENTO E BOLZANO LISTE DI ATTESA CON ABNORMI DIFFERENZE

Scritto da
16.45 - mercoledì 12 luglio 2017

(Fonte: Giacomo Bezzi) – Liste di attesa per visite specialistiche lunghissime, i pazienti trentini costretti a pagare…e chi non se lo puo’ permettere?

Liste di attesa inaccettabili per alcune visite specialistiche, chi se lo può permettere ricorre alle visite in libera professione, in questo caso i tempi si accorciano di molto e gli altri?

Questo problema si manifesta in modo netto soprattutto in riferimento alla prenotazione di alcune visite specialistiche, come nel caso specifico di visita dermatologica con prescrizione medica senza codice Rao.

Non sempre il medico lo indica anche se il paziente lo chiede, viene valutata l’urgenza.

La Costituzione tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, ne consegue che tale tutela va preservata attraverso il diritto a curarsi, il cittadino deve quindi poter accedere alle visite in tempi ragionevoli.

In sostanza la salute è una questione seria e con i tempi di attesa sotto riportati, qualche dubbio sul fatto che venga calpestato il diritto all’assistenza sanitaria dei cittadini può sorgere.

Morale: chi non si può permettere di pagare, trascura la propria salute.

A termine di paragone si è sperimentata una prenotazione on-line di una visita specialistica dermatologica sia tramite il Cup di Trento che il Cup di Bolzano, questi i risultati che oggettivamente parlano da soli.

 

*

Trento e territorio prima data libera 17 novembre – Ospedale di Cavalese;

Bolzano e territorio prima data libera 7 luglio – Ospedale di Brunico

 

 

 

 

 

 

si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

-come dimostrato in premessa, da una semplice prova di prenotazione on line della stessa visita la differenza fra Trento e Bolzano è abnorme, come si spiega una simile differenza considerate le analogie tra i territori, sia dal punto di vista delle risorse disponibili, che come numero di abitanti e simili caratteristiche orografiche;

-se nel corso degli anni i tempi di attesa relativi a questo tipo di visita abbiano subito delle variazioni: si chiedono nel dettaglio le rilevazioni annuali dei tempi di attesa per le prestazioni specialistiche ambulatoriali di dermatologia degli ultimi 10 anni suddivise per struttura;

-se l’Apss abbia consapevolezza dei gravi disagi per i pazienti che si trovano in difficoltà economiche e sono costretti ad attese interminabili prima di ottenere un appuntamento. Se sia prevista l’adozione di misure concrete per migliorare i tempi e se sì, quali.

 

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

 

 

 

 

In allegato l’interrogazione contenuta nel comunicato stampa:

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2017/07/170706-int-Lista-di-attesa-per-visita-specialistica-.pdf” title=”170706 – int Lista di attesa per visita specialistica”]

 

 

 

 

Foto: archivio Pat

Categoria news:
OPINIONEWS
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.