News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

SANDRO SCHMID * CONCERTO VASCO ROSSI A TRENTO: « VOGLIO BENE AL BLASCO E MI PIACE LA SUA MUSICA, MA QUESTO EVENTO È DAVVERO PURA FOLLIA »

Scritto da
12.03 - venerdì 13 agosto 2021

Radunare a sud di Trento 120.000 persone per un concerto è pura follia. Con tutto il rispetto e ammirazione per Vasco Rossi i suoi concerti (già sospesi per il Covid nel 2021) possono andare bene in spazi come quelli già programmati per il maggio giugno 2022: all’Ippodromo di San Siro (Milano); all’autodromo di Imola, al Circo Massimo di Roma e alla Visarno Arena di Firenze. Ma non sul fondo valle di una città alpina che con tutti gli abitanti dei paesi e dei sobborghi del Comune non raggiunge nemmeno quelle 120.000 persone che si vorrebbero assembrare nella zona di S. Vincenzo.

Mi trovo in pieno accordo con il mio amico, anche di scuola, Giacomo Santini che sull’Adige ha manifestato tutto il suo disappunto per questa iniziativa. Ora siamo almeno in due a correre il rischio di essere impopolari, anche se credo siano molti i trentini a condividere il nostro giudizio.

V’immaginate per una sera, l’arrivo con ogni mezzo da tutta Italia e forse anche dall’estero, di 120.000 fan! Un arrivo mordi e fuggi di proporzioni inaudite! Abbiamo speso soldi per studi e convegni immaginando per il Trentino un turismo ecosostenibile sempre più di qualità e meno impattante di quantità. Dove va a finire la coerenza della nostra Provincia che questo concerto vuole a tutti i costi e del nostro Comune che lo ospita sul suo territorio?

Pensiamo davvero che nel maggio 1922 la pandemia Covid sia debellata del tutto e non desti più preoccupazioni? In caso contrario, ci immaginiamo un assembramento di 120.000 fan in un concerto come questo? Tutti con le mascherine, distanziamento e le mani disinfettate? Tutti con il green pass? Con che faccia continueremo a richiedere a bar, ristoranti, alberghi, cinema, teatri, associazioni e piccole manifestazioni turistiche il rigido rispetto delle regole anticovid?

Ciliegina sulla torta: vi pare possibile che gli eventuali biglietti invenduti siano a carico della Provincia? Cioè dei cittadini trentini che pagano le tasse? Voglio bene a Vasco Rossi e mi piace la sua musica, ma questo evento a Trento è davvero pura follia!

 

*

Sandro Schmid

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.