News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

ROSSATO (FDI) – INTERROGAZIONE * CIRCONVALLAZIONE FERROVIARIA: « PER I TERRENI TUTELATI INTORNO A VILLA BORTOLAZZI C’È IL PERMESSO DELLA SOPRINTENDENZA DEI BENI CULTURALI? »

Scritto da
16.19 - mercoledì 23 febbraio 2022

Circonvallazione ferroviaria di Trento, Rossato (FdI): “Per i terreni tutelati intorno a Villa Bortolazzi c’è il permesso della Soprintendenza dei Beni Culturali?”

Il tema legato al tracciato della Circonvallazione ferroviaria di Trento anima da tempo cittadini e istituzioni interessati a vario titolo alla realizzazione dell’opera che rientra tra quelle finanziate attraverso il PNRR. Il Dibattito Pubblico ha presentato, durante vari incontri, il progetto della circonvallazione ferroviaria di Trento ed ha raccolto osservazioni e proposte per consentire al proponente dell’opera, Rete Ferroviaria Italiana (RFI), di valutare e migliorare il progetto.

Secondo alcune segnalazioni giunte alla scrivente da parte di molti cittadini, parrebbe che i lavori per tale opera andranno ad interessare anche i terreni (attualmente coltivati a vigneto) posti a nord e a ovest di Villa Bortolazzi, i quali sono sottoposti a vincolo di tutela culturale/architettonica da parte della Soprintendenza dei Beni Culturali della Provincia autonoma di Trento.

Questo significa che per intervenire su quei terreni, serve il nulla osta della Soprintendenza anche per interventi minimi. Secondo l’attuale proposta progettuale della Circonvallazione ferroviaria di Trento per l’Alta Capacità, i treni transiterebbero a regime ogni sei minuti a pochi metri (circa quaranta) di fronte alla facciata ovest della Villa. Tale progetto prevede infatti che i convogli merci di maggiori dimensioni corrano sul sedime attuale aumentando le vibrazioni e di conseguenza i rischi per l’edificio storico.

I vincoli di tutela impegnano in termini generali i proprietari dei terreni a far sì che la Villa sia visibile dai vari appezzamenti, che devono essere quindi liberi da qualsiasi opera e/o manufatto che non garantisca le vedute anche da grandi distanze. Ciò premesso, pare impossibile collocare schermature antirumore lungo un certo tratto di linea ferroviaria, lasciando quindi che i rumori prodotti dai convogli si propaghino, creando frastuono e danneggiando anche le attività secondarie (convegni, matrimoni ecc.) che attualmente si svolgono presso Villa Bortolazzi.

Per questi motivi, nella giornata odierna, ho presentato un’interrogazione per chiedere alla Giunta provinciale se sia al corrente che i lavori relativi alla circonvallazione ferroviaria di Trento andranno a violare i terreni adiacenti a Villa Bortolazzi e sottoposti al vincolo di tutela da parte della Soprintendenza dei beni culturali, per quale motivo nel dossier del progetto preliminare dell’opera non si faccia alcun riferimento a tali terreni e se RFI abbia chiesto ed ottenuto il permesso per eseguire gli interventi che andranno ad interessare questa zona.

 

*
Cons. Katia Rossato
Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [102.99 KB]

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.