News immediate,
non mediate!

RINASCITA ROVERETO * CENTRI ANTIVIOLENZA – REPLICA ALL’ASSESSORA SEGNANA: CANESTRINI, « SI PREFERISCE ISTITUIRE COMMISSIONI E COMITATI, CHE IN REALTÀ NON RISOLVONO NULLA »

Scritto da
19:02 - 22/11/2021

Ieri un’inchiesta del Corriere della Sera ha messo in luce la situazione in cui versano i Centri antiviolenza in Italia. Mancano i soldi. Molti chiudono o stanno per chiudere.Solo il 2% dei fondi stanziati a livello statale è arrivato a destinazione. Perché? La percentuale dei fondi erogati da Regioni e Province è minima, anche se ci sarebbe la disponibilità finanziaria a disposizione.

Evidentemente si preferisce istituire (e retribuire) commissioni e comitati, come quello citato da Segnana, per la Tutela violenza sulle donne, che in realtà non risolvono nulla. Che senso ha farsi sentire una volta all’anno, a ridosso della giornata contro la violenza, dichiarando di essere vicini alle persone in difficoltà? Vicini in che modo?

La battaglia per eradicare un fenomeno orribile quale quello perpetrato a discapito dell’integrità fisica e psicologica del genere femminile ha bisogno di ben più che di dichiarazioni di vicinanza. Si combatte solo a livello sistemico, capillare e organizzativo, tramite i Centri anti violenza e le strutture idonee a supportare le vittime in concreto e stabilmente.

 

*
Avv. Gloria Canestrini

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.