VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

RIFONDAZIONE COMUNISTA – FEDERAZIONE TRENTINO * PORTINERIE UNITN: « LA NOSTRA SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI E ALLE LAVORATRICI, LA SITUAZIONE È INACCETTABILE »

Il Partito della Rifondazione Comunista esprime la propria solidarietà ai 54 lavoratori e lavoratrici delle portinerie dell’Università di Trento e sostiene la loro lotta contro il peggioramento delle condizioni contrattuali, a partire dallo sciopero di lunedì 15 luglio.
Questa situazione è inaccettabile perché ancora una volta si fanno ricadere sulla pelle di chi lavora le logiche del risparmio che comportano demansionamento, decurtazione dello stipendio e contrazione dei diritti.

Quello che sta accadendo a lavoratori e lavoratrici delle portinerie di Trento corrisponde al generale arretramento sul piano dei diritti che subisce la classe lavoratrice da anni, in conseguenza di una legislazione che permette appalti al massimo ribasso e esternalizzazioni, senza tutele per chi con competenza e professionalità svolge questo lavoro da anni. Rifondazione Comunista continuerà a battersi accanto a tutti coloro che sono vittima di un sistema di sfruttamento che mette all’ultimo posto i diritti e la dignità dei lavoratori.