News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

RETE E UDU * RIENTRO A SCUOLA: AMALFA, “ ABBIAMO 100 IDEE PER CAMBIARE IL PAESE, CHIEDEREMO IMPEGNI ALLA POLITICA ”

Scritto da
21.34 - lunedì 12 settembre 2022

Rientro a scuola. Rete e UDU: “Abbiamo 100 idee per cambiare il Paese. Chiederemo impegni alla politica”. Rientro a scuola. Ieri flash mob al Ministero, oggi striscionate in 50 scuole per il lancio del Manifesto.

“Abbiamo 100 idee per cambiare il Paese. Chiederemo impegni alla politica”.Questa mattina davanti a più di 50 scuole in tutta Italia studenti e studentesse si sono mobilitati per lanciare un segnale forte: il futuro del paese deve ripartire da istruzione, ambiente, lavoro e diritti.

Dopo più di due anni di pandemia, che hanno portato alla luce tutte le contraddizioni del sistema scolastico attuale, ragazzi e ragazze tornano nelle classi in piena campagna elettorale senza sentire alcuna risposta dalla politica per la loro generazione.

Per questo la Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli Universitari hanno raccolto più di 100 proposte su cui chiedono l’impegno di candidati e candidate alle elezioni del 25 settembre. Tra i tanti temi, la richiesta di arrivare al 5% del PIL in istruzione, l’abolizione della tassazione universitaria, l’abolizione dei PCTO a scuola, ma anche la creazione di sportelli di assistenza psicologica in scuole e università e il trasporto pubblico gratuito per studenti.
‘Ci hanno fatti sentire uno Zero, nessuna considerazione o attenzione ai temi della nostra generazione – spiegano la Rete degli Studenti Medi e l’Unione degli Universitari – per questo abbiamo costruito Cento proposte per il futuro della scuola, del nostro Paese. Vogliamo tutto e siamo pronti ad ottenerlo. Porteremo il Manifesto con le 100 proposte a tutti i candidati. Vogliamo la politica si occupi di noi e ci faremo sentire.”

“Come base di Trento dell’Unione degli Universitari – dice Federico Amalfa, coordinatore dell’Udu Trento – riteniamo importante rilanciare il nostro manifesto nazionale perché anche questo vive un profondo conflitto generazionale. Le rivendicazioni della nostra organizzazione nazionale sono le rivendicazioni dellə studentə universitarə, le rivendicazioni di una generazione che devono ricevere delle risposte anche su questo territorio così atipico per via della specialità, ma così simile al resto del Paese rispetto ai temi che riguardano lə giovani.”

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.