News immediate,
non mediate!

REGIONE TRENTINO-AA/SÜDTIROL * PREVIDENZA COMPLEMENTARE: KOMPATSCHER, « STIAMO CERCANDO DI INTRODURRE TUTTE LE MISURE POSSIBILI, PER TENDERE UNA MANO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ »

Scritto da
12:53 - 21/10/2021

Cambia il regolamento in materia di sostegno alla previdenza complementare. Chi è residente in un comune della Regione da almeno due anni e che presenti una condizione di difficoltà economica e familiare, ed ha diritto a ricevere il sostegno ai versamenti per il periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 30 giugno 2021, potrà godere del beneficio per un periodo di ulteriori 26 settimane in aggiunta al massimo previsto dalla legge regionale di 208 settimane.

Lo ha stabilito una delibera approvata dalla giunta regionale su proposta del Vicepresidente regionale Arno Kompatscher con delega alla previdenza sociale. Le categorie interessate sono i disoccupati che percepiscono le indennità previste dai vari enti pubblici, le partite iva a mono committenza, i lavoratori precari, a progetto (esclusi i pensionati) e coloro che sono soggetti a un periodo di malattia o infortunio che si si prolunghino oltre al periodo indennizzato da parte dell’ente e del datore di lavoro.

Potranno quindi fare domanda, a partire dall’entrata in vigore della legge (dal quindicesimo giorno successivo alla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione), tutte le persone che ne hanno i requisiti. I patronati sono già stati informati per fornire la consulenza. “Vista l’emergenza sanitaria stiamo cercando di introdurre tutte le misure possibili per tendere una mano alle famiglie in difficoltà – ha spiegato Kompatscher. In questa occasione abbiamo pensato, in ottica futura, di dare un nuovo sostegno ai cittadini e la previdenza complementare pone le basi per guardare agli anni a venire con maggiore sicurezza”.

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.