VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

RAI RADIO1 “ UN GIORNO DA PECORA “: TAV – IL TECNICO DI SALVINI: « SECONDO LA MIA ANALISI CI SAREBBERO CINQUE MILIARDI DI BENEFICI RISPETTO I COSTI »

Tav, il tecnico di Salvini: mia analisi dice +5 miliardi di benefici, a Salvini è sembrato eclatante; ieri Toninelli il più agitato e piuù attaccato dalla Lega.

“Secondo la mia analisi sulla Tav ci sarebbero cinque miliardi di benefici rispetto i costi. Quando ho mostrato questi dati a Salvini gli sono sembrati eclatanti”. Così a Rai Radio1 Un Giorno da Pecora Carlo Vaghi, esperto di analisi costi-benefici per la Commissione Europea e tra i tecnici di fiducia di Matteo Salvini sulla Tav che ieri sera ha partecipato al vertice notturno. “Se per Salvini sono un tecnico di riferimento per me è un onore”, ha aggiunto Vaghi.

Lei come la giudica l’analisi costi benefici stilata da Ponti? “Premetto che Ponti e i suoi colleghi sono dei professionisti, dico però che ci sono approcci metodologici non corretti rispetto alle linee guida europee. Neanche un esponente della comunità scientifica l’ha appoggiata”. Cosa non è corretto, ad esempio? “Il conteggio delle mancata accise se si toglie il traffico dalla strada”.

Lei ieri ha partecipato al vertice con Conte a Palazzo Chigi. Chi era il più preoccupato? “Il più agitato era Toninelli – ha detto Vaghi a Rai Radio1 -, che si trovava a giustificare un approccio metodologico sui costi benefici contestato anche da altri membri del governo. Mi riferisco a Salvini, Rixi e Siri”. Com’erano seduti i leader di governo? “Salvini e Di Maio, se non ricordo male, ieri non era seduti vicino.

Conte è stato cordialissimo”. C’era anche qualcosa da mangiare? “Degli ottimi tramezzini, poi acqua, Coca Cola e Fanta, di cui Salvini è appassionato”. Che percentuale dà alla realizzazione della Tav? “Direi 50 e 50”. Le hanno dato un nuovo appuntamento? “Per ora no”, ha concluso a Un Giorno da Pecora Vaghi.