RAI 5 * ‘ DARIO FO E FRANCA RAME ‘: SABATO 27 OTTOBRE IN ONDA IL NUOVO APPUNTAMENTO CON LA SERIE DI DOCUMENTARI INEDITI

“Seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”: con questa motivazione Dario Fo, nel 1997, riceve il Nobel per la letteratura.

Il nuovo appuntamento con la serie di documentari inediti “Dario Fo e Franca Rame. La nostra storia” in onda in prima Tv sabato 27 ottobre alle 22.25 su Rai5, racconta le ragioni e il contesto culturale che hanno consentito al giullare di ricevere questo ambito premio attraverso le testimoniante di Eugenio Barba, Furio Colombo, Masolino D’Amico, Anna Benedettini, Vincenzo Mollica, presente a Stoccolma nel ‘97, insieme ad alcuni traduttori dei testi di Fo: una molteplicità di voci per capire quanto il suo teatro sia diffuso e rappresentato non solo in Italia.

L’emozione alla notizia della vittoria, appresa mentre stava girando il programma televisivo “Milano/Roma”, i festeggiamenti al suo arrivo a Milano al teatro Carcano, il viaggio verso Stoccolma, le intense giornate svedesi e la cerimonia d’onore fanno da sfondo a queste testimonianze. Ma quanto clamore ha suscitato questo inusuale premio Nobel? Ovviamente non tutta l’opinione pubblica era concorde sull’attribuzione del Nobel a Fo e la puntata sonda anche le ragioni del dissenso.

Gli ideali di Dario e Franca non passano comunque in secondo piano nemmeno in questa occasione: la cifra vinta contestualmente al Nobel viene devoluta dalla coppia ad una associazione onlus che lavora a favore dei disabili. Un premio Nobel non convenzionale che ha dimostrato che con la sua arte, sempre vicina al popolo, si può arrivare ovunque: a dimostrazione di ciò sono le testimonianze di colleghi e collaboratori che seguirono Dario e Franca nelle tournée estere e di chi i loro testi li traduceva. In conclusione vengono passate in rassegna le molte compagnie straniere che si cimentano nei testi di Dario e Franca.