VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * VALDASTICO – VARIANTE PUP: « PRESENTATO AI SINDACI DELLA VALLAGARINA IL DOCUMENTO PRELIMINARE, OBIETTIVO AMPLIARE I COLLEGAMENTI FRA TRENTINO E VENETO »

Presentato ai sindaci della Vallagarina il documento preliminare per la variante al Pup.L’obiettivo è ampliare i collegamenti fra Trentino e Veneto.

Allargare l’area di collegamento fra Trentino è Veneto. È questo l’obiettivo del documento preliminare per l’adozione della variante al piano urbanistico provinciale, relativa al corridoio di accesso ad est, presentato ieri pomeriggio a Rovereto ai sindaci della Vallagarina dal presidente della Provincia, accompagnato dai dirigenti Roberto Andreatta e Raffaele De Col.

Nelle prossime settimane partirà l’iter che porterà, dopo circa 9 mesi, alla definizione della variante al Pup che dovrà essere approvata dal Consiglio provinciale dopo un confronto con i territori e a conclusione di un approfondito percorso di analisi di carattere tecnico, ambientale, sociale ed economico. Si tratta quindi di un ampliamento urbanistico – è stato detto nel corso dell’incontro – che non contiene ipotesi progettuali, ma che intende individuare tutta una serie di soluzioni che hanno come obiettivo quello di allargare il corridoio infrastrutturale di interscambio della mobilità fra Veneto e Trentino, estendendola da Trento sud fino a Rovereto sud.

La variante al Pup, è stato chiarito, non conterrà dunque una vera e propria ipotesi progettuale relativa alla Valdastico, anche se, è stata ribadita dal presidente la volontà della Giunta provinciale di portare avanti l’opera per la quale è previsto un intervento economico di circa 2 miliardi, non a carico della Provincia, e per la quale, già nel 2016, furono approvati accordi e documenti che andavano in quella direzione.