News immediate,
non mediate!

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * RINNOVO VERTICE GDF – GENERALE ZELANO: FUGATTI, « IL RAPPORTO ISTITUZIONALE CON LE FIAMME GIALLE È POSITIVO, NON POTRÀ CHE PROSEGUIRE »

Scritto da
18:44 - 27/10/2021

Guardia di Finanza, il presidente Fugatti accoglie il generale Guido Zelano. La visita del nuovo comandante regionale. L’importanza della collaborazione tra istituzioni.

Una collaborazione che cresce e si rafforza tra la Provincia autonoma di Trento e le istituzioni statali, con l’obiettivo di dare una risposta sempre più efficace ai bisogni dei cittadini e alla loro tutela. È quanto ha sottolineato il presidente Maurizio Fugatti, incontrando nella sede di Piazza Dante il generale Guido Zelano, dal primo ottobre comandante della Guardia di Finanza del Trentino Alto Adige. La visita è stata l’occasione per dare il benvenuto in Trentino all’alto ufficiale e per ribadire l’importanza della sinergia tra le istituzioni dell’autonomia e i corpi dello Stato, in questo caso in particolare la Guardia di Finanza, con cui il rapporto positivo non potrà che proseguire.

Nelle premesse dell’incontro, è stato sottolineato come il rinnovo per il vertice delle Fiamme gialle sia arrivato in una stagione che ha visto altri importanti avvicendamenti in Trentino, dalla nomina del nuovo commissario del governo, Gianfranco Bernabei, ricevuto nei giorni scorsi in piazza Dante, a quella del nuovo questore Alberto Francini. “Un rinnovo delle alte cariche per i corpi dello Stato nel nostro territorio – ha detto il presidente Fugatti – che vediamo come un momento di innovazione e potenziale crescita, nel segno della continuità con gli ottimi risultati della collaborazione in questi anni”.

Nell’incontro è stato fatto il punto sulla situazione per il controllo del territorio e si è accennato alle sfide che negli ultimi tre anni hanno impegnato le istituzioni, da Vaia all’emergenza pandemica. “La vicinanza tra le istituzioni dimostrata nella risposta a questi eventi è stata apprezzata dalla comunità”, ha concluso Fugatti.

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.