News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * OLIMPIADI INVERNALI 2026: « LAVORI ADEGUAMENTO STADIO DEL SALTO DI PREDAZZO, FINANZIAMENTI PER 23.5 MLN »

Scritto da
17.19 - venerdì 10 settembre 2021

Olimpiadi invernali 2026: oltre 23 milioni e mezzo per lo stadio del salto di Predazzo. L’adeguamento della struttura previsto grazie al Fondo per gli investimenti di rilevanza provinciale.

Offrire le migliori condizioni possibili agli atleti che parteciperanno alle gare di Milano-Cortina 2026 e adeguare le strutture con soluzioni progettuali idonee rispetto alla normativa tecnico-sportiva di settore: queste le motivazioni che hanno portato la Giunta provinciale, su proposta del Presidente, ad ammettere a finanziamento i lavori di adeguamento dello stadio del salto “G. dal Ben” in loc. Stalimen a Predazzo, ritenendo gli interventi prioritari e indispensabili in funzione delle discipline olimpiche assegnate al Trentino. L’investimento ammonta a 23 milioni e 592 mila euro e l’erogazione dei contributi avverrà tramite Cassa del Trentino S.p.A. sul Fondo per gli investimenti di rilevanza provinciale. Il Comune di Predazzo dovrà presentare entro sei mesi dal provvedimento approvato oggi la documentazione tecnica necessaria ai fini della concessione definitiva del finanziamento.

Come indicato nel Dossier di candidatura alle Olimpiadi del 2026, la Provincia ospiterà quattro specialità nelle sedi agonistiche di gara dello stadio sci di fondo di Lago di Tesero, stadio salto con gli sci “G. Dal Ben ” di Predazzo e stadio del ghiaccio Ice Rink di Baselga di Piné, che sono di proprietà e disponibilità dei Comuni. Tali strutture sono già da molti lustri sede di competizioni internazionali riconosciute e consolidate ed hanno requisiti e caratteristiche di valore sovracomunale.

Il Servizio Turismo e Sport ha espresso il parere tecnico di competenza sul progetto di adeguamento presentato dal Comune di Predazzo, rilevando che gli elaborati tecnici risultano sufficientemente approfonditi ai fini della verifica dell’idoneità della soluzione progettuale rispetto alla normativa tecnico-sportiva di settore e alle finalità dell’intervento.

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.