VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

POLITICA: AGIRE, IMPRESCINDIBILE L’ALLEANZA CON LEGA NORD E FORZA ITALIA

(Fonte: Agire per il Trentino) – Agire, Binelli: «alleanza con Lega Nord e Forza Italia imprescindibile». In vista delle future elezioni, politiche e provinciali, si sta assistendo alla presentazione delle solite tattiche da bassa cucina della peggior politica Trentina. Parte determinato, in questo comunicato, Sergio Manuel Binelli, coordinatore di Agire per il Trentino per le Giudicarie.

Fra di esse vi è la continua insistenza da parte dei super men di formare schieramenti civici (in apparenza) alternativi alla maggioranza di governo, con l’esclusione però dei partiti nazionali, specialmente e soprattutto Lega Nord e Forza Italia.

Tralasciando il fatto che solo agli indipendentisti è concessa la coerenza di non avere rapporti con formazioni politiche nazionali, non si riesce a capire il concepimento di una grande compagine portando come base i cartellini rossi delle partite di calcio.

Com’è stato sottolineato molte volte dal coordinatore politico di Agire cons. prov. e reg. Claudio Cia, “sono state le altre formazioni a dire “no” mentre invece il nostro punto di partenza è sempre stato il dialogo con tutte quelle forze politiche che non si riconoscono nel centro sinistra, con la necessaria precisazione che non sarà mai messa in discussione l’alleanza con la Lega Nord e Forza Italia, per una serie di ragioni.“

In primo luogo, non si può pretendere di costruire una grande alleanza contro il centro sinistra Trentino imponendo a  priori delle esclusioni, dal momento che non si può entrare in casa degli altri e sbattere fuori i padroni di casa.

In secondo luogo, se c’è uno schieramento alternativo alle sinistre è proprio il centro destra in cui i maggiori esponenti, con i loro pro e i loro contro, sono proprio la Lega Nord e Forza Italia.

In terzo ed ultimo luogo, non va nemmeno dimenticato che quando era in atto una perenne azione di isolamento da parte di certe finte opposizioni verso il nostro leader politico, gli unici a venire in soccorso a Cia sono stati i rispettivi punti di riferimenti provinciali della Lega e di Fi, ovvero i consiglieri provinciali e regionali Maurizio Fugatti e Giacomo Bezzi; di conseguenza, oltre all’opportunità entra in ballo anche un minimo di correttezza.

Il tempo di giocare a mosca cieca sta finendo – conclude il comunicato stampa di Binelli -, e l’unico schieramento in forte sinergia è quello formato in Consiglio provinciale da Agire per il Trentino – Lega Nord – Forza Italia; chiunque voglia farne parte per contrastare la triade Pd-Upt-Patt sarà ben accetto, senza scordare che, usando sempre le parole del cons. Claudio Cia, “non si può entrare in un esercito pretendendo di fare il generale senza aver fatto un minimo di leva.“

 

 

*
Sergio Manuel Binelli

Agire per il Trentino