VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

PD – ROMA * PREVENZIONE VIOLENZA DONNE: « LUNEDÌ 10 MAGGIO ALLE 18 WEBINAR SUI 10 ANNI DALLA CONVENZIONE DI ISTANBUL »

Pd, lunedì 10 maggio alle 18 webinar sui 10 anni dalla Convenzione di Istanbul. Trentacinque donne dall’inizio dell’anno sono state uccise in Italia per il solo fatto di essere donne. Il 31,5% delle italiane ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale e durante la pandemia le violenze tra le mura domestiche sono purtroppo aumentate. Numeri che impongono che si faccia di più per arginare questa piaga.

Per questo domani, lunedì 10 maggio, a dieci anni dalla firma della Convenzione di Istanbul per la prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, la Conferenza delle donne democratiche ha organizzato un webinar per rilanciare le politiche necessarie, anche in vista del nuovo Piano d’azione straordinario contro la violenza di genere.

I lavori, che si svolgeranno da remoto, si apriranno alle ore 18 e vedranno la partecipazione di Valentina Cuppi, Presidente PD, Manuela Campitelli, rete REAMA, Maria Gabriella Carnieri, presidente di Telefono Rosa, Elisa Ercoli, presidente di Differenza Donna, Simona Lanzoni, del GREVIO, Simona Lembi, presidente commissione pari opportunità Anci, Alessandra Nardini, assessora pari opportunità Toscana, Pina Picierno, eurodeputata relatrice S&D stato attuazione Convenzione, Claudia Pividori, rete Di.Re, Valeria Valente, senatrice PD Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, Cecilia D’Elia Portavoce della Conferenza nazionale delle democratiche.

“La Convenzione, ratificata dall’Italia nel 2013 – dice Cecilia D’Elia- costituisce uno strumento essenziale e innovativo di prevenzione e contrasto della violenza e di riconoscimento dei diritti delle donne. Abbiamo la necessità di valutare i risultati ottenuti, di rendere più stringente l’applicazione della Convenzione, adottare ulteriori iniziative per fornire una risposta coordinata e interistituzionale alla violenza, basata anche sul forte coinvolgimento delle autorità locali e sulla partecipazione di tutti gli attori interessati, rafforzando la rete dei centri antiviolenza e della case rifugio, le politiche di prevenzione”.