PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Il Trentino news - settimanale tv - (puntata n° 10)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Ore 01.08 del 20 luglio 2019 dopo cinque giorni di discussione e ostruzionismo delle minoranze approvata la Variante al piano regolatore generale (PRG 2019). 24 voti favorevoli, 6 astenuti, 2 contrari, 1 non votante.

Il capogruppo consiliare del Patt Alberto Pattini esprime soddisfazione per i seguenti obiettivi sostenuti dal gruppo consiliare del Partito Autonomista Trentino Tirolese:

1 è inserito il collegamento funiviario Trento – Monte Bondone in seguito al quale i privati interessati potranno presentare domande di interesse alla Provincia.
2 laghetto artificiale nelle vicinanze della piana delle Viote sul Monte Bondone.
3 l’ex Casino di Bersaglio in via Buonarroti potrà essere salvato dalla demolizione, restaurato e destinato ad un museo trentino – tirolese.
4 incremento significativo alle zone D8 per incremento della Trento turistica soprattutto per pubblici esercizi e attività commerciali.
5 possibilità di estensione per gli edifici in zona Bosco. Viene ammesso il recupero ad uso residenziale dell’intera superficie esistente.
6 Facilitare ulteriormente l’uso dei sottotetti (art 87) ad abitazione estendendo a 17 anni il limite temporale per il loro recupero. Si applica anche alle zone B5 e B6 e alle zone D7 e D7 bis.
7 estensione e ridefinizione delle zone H2 a verde privato con ampliamento edificazione per nuclei familiari rispetto alla variante precedente. Si potrà avere l’aumento di superficie corrispondente a un nuovo appartamento.
8 sono stralciati dal piano le aree produttive con presenza di residenze e elettrodotti o da andamenti altimetrici problematici.
9 contrarietà alla riapertura della discarica di inerti di Sardagna e ridefinizione delle discariche provinciali.
10 interramento della ferrovia del Brennero e della stazione di Trento e creazione del boulevard necessariamente prima dell’alta velocità prevista per il 2028.
11 modificate le norme di attuazione per facilitare le pratiche burocratiche dei cittadini.
12 riconoscimento del ruolo degli orti in ambiente urbano incentivandone la realizzazione su suoli marginali e abbandonati sia pubblici che privati.

Infine 21 emendamenti presentati dal gruppo inmovimento e dal capogruppo del Patt Alberto Pattini sono stati approvati dal consiglio comunale.

 

*
Alberto Pattini