Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Mauro Ottobre) – Con l’espulsione di Walter Kaswalder il Patt perde l’ultima anima storica di quell’autonomismo di fede “pruneriana”. Rossi concluda il suo progetto e cambi definitivamente e coerentemente nome, dato quello che oramai fu Il Partito Autonomista oramai di Autonomista non ha assolutamente nulla così come non ha più nulla di “Trentino”, giacché è una forza politica che si limita a fare da stampella alla politica nazionale, senza quella caratterizzazione localistica e popolare che lo aveva reso grande, credibile, vicino alla gente. Dopo l’ennesima epurazione, sintomatica di un partito verticistico, e non plurale e democratico, è giunta l’ora di cambiare nome. Il Patt senza Kaswalder è definitivamente morto, Rossi si prenda le proprie responsabilità.