PATT * CORRUZIONE ELETTORALE: ” RESA GIUSTIZIA NEI CONFRONTI DI LORENZO BARATTER E DEI RAPPRESENTANTI DEGLI SCHÜTZEN TRENTINI PERCHÈ IL FATTO NON SUSSISTE “

Patt: caso Baratter, il fatto non sussiste! Apprendiamo che finalmente è stata resa giustizia nei confronti di Lorenzo Baratter e dei rappresentanti degli Schützen Trentini.

Baratter era stato sottoposto a giudizio per presunta corruzione elettorale, accusa smontata dal Procuratore Generale che ne aveva chiesto l’archiviazione poiché: “questa condotta non costituirebbe reato di corruzione elettorale”. Poi successivamente su richiesta del MS5 l’archiviazione era stata impugnata, con la successiva condanna di Corona e Dalprà. Ora, a legislatura conclusa, la Corte di Appello di Trento ha sconfessato la sentenza di primo grado stabilendo la piena assoluzione poiché il fatto non sussiste.

È vero che il procedimento in corso non interessava direttamente Lorenzo Baratter, perché egli stesso aveva deciso di chiedere la messa in prova per abbreviare i tempi ed evitare al partito il rischio di una strumentalizzazione politica, cavalcato in particolare dal MS5, in piena campagna elettorale. Ma è altrettanto vero che la sentenza assolutoria della Corte di Appello indirettamente conferma la buona fede dell’ex-Consigliere Baratter che intendeva sostenere un mondo particolarmente importante per la valorizzazione storica e identitaria della nostra terra.

Nel riconoscere a Lorenzo Baratter la passione la competenza e la costanza con cui ha onorato il mandato di consigliere Provinciale e Regionale, un impegno che ha tra l’altro l’approvazione all’approvazione unanime della legge sul Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra, e l’istituzione del giorno del ricordo, il Partito Autonomista Trentino Tirolese esprime la sua soddisfazione per la sentenza e conferma stima e profondo apprezzamento per Lorenzo Baratter, il quale, nonostante per motivi personali abbia deciso di non ricandidarsi, continua ad essere un qualificato punto di riferimento politico e culturale per il mondo Autonomista.