VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

PAT – ISPAT * OCCUPÀTI E DISOCCUPATI IN TRENTINO – 2° TRIMESTRE 2021: «  LE FORZE DI LAVORO SUPERANO LE 251 MILA UNITÀ, INCRESCITA SU BASE ANNUA DEL 4,7% »

Occupati e disoccupati in Trentino – 2° trimestre 2021. Dal 1° gennaio 2021 la Rilevazione sulle forze di lavoro recepisce la nuova normativa europea1 che introduce innovazioni metodologiche2 e organizzative che hanno comportato una revisione delle serie trimestrali territoriali diffuse in precedenza. I dati storici relativi all’offerta di lavoro sono stati ricostruiti per trimestre da ISTAT in modalità provvisoria da gennaio 2018 a dicembre 2020 recependo le indicazioni del Regolamento europeo. Pertanto la nuova serie non è confrontabile con quella diffusa nelle comunicazioni precedenti.

I dati sull’occupazione e sulla disoccupazione sono relativi al 2° trimestre 2021 (da aprile a giugno 2021). La rilevazione, in provincia di Trento, è coordinata dall’ISPAT (Istituto di Statistica della provincia di Trento).

Rispetto al 2° trimestre del 2020 il mercato del lavoro trentino mostra un aumento dell’occupazione e una riduzione degli inattivi in età lavorativa. Si rileva inoltre un incremento nella disoccupazione come effetto della maggiore partecipazione al lavoro.

Nel confronto con i dati del 1° trimestre si osserva una crescita delle forze di lavoro: gli occupati crescono in modo significativo, soprattutto grazie ai lavoratori maschi, e cresce anche il numero delle persone in cerca di occupazione in ragione del forte balzo osservato per le donne disoccupate che si contrappone alla contrazione della componente maschile. L’inattività si riduce per entrambe le componenti di genere con un’intensità maggiore per le donne.

  • ❖  Le forze di lavoro superano le 251 mila unità, increscita su base annua del 4,7% a cui hanno contribuito entrambe le componenti di genere, seppur con intensità diverse (+5,0% per gli uomini, +4,3% per le donne).
  • ❖  Gli occupati raggiungono le oltre 236mila unità e crescono rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 4%, con un’incidenza maggiore dei lavoratori rispetto a quella delle lavoratrici (+5% per i maschi e + 2,8% per le femmine).
  • ❖  I disoccupati superano le 15,4mila unità, con una prevalenza delle donne che incidono sul totale per il 58,5%. Su base annua l’aumento dei disoccupati è del 15,6% su cui pesa fortemente il marcato incremento della componente femminile (+24,7%).
  • ❖  Gli inattivi in età lavorativa diminuiscono rispetto allo stesso trimestre del 2020 di oltre 9,8mila unità. Tale calo interessa entrambe le componenti di genere seppur con intensità leggermente diverse e rispettivamente del -10,4% per i maschi e del -8,1% per le femmine.Per il 2° trimestre 2021 i tassi caratteristici del mercato del lavoro evidenziano che:
  • ❖  Il tasso di attività (15-64 anni), pari al 71,3%, registra su base annua un incremento di 2,9 punti percentuali dovuto all’aumento sia degli occupati che dei disoccupati. Contribuiscono alla crescita del tasso entrambe le componenti di genere che crescono di 2,7 punti percentuali per i maschi e di 3,0 punti percentuali per le femmine.
  • ❖  Iltassodioccupazione(15-64anni)èparial66,9%(72,7%gliuominie61,0%ledonne)con un aumento tendenziale di 2,8 punti percentuali per gli uomini e di 1,9 punti percentuali per le donne. Nel 1° trimestre 2021 il tasso era pari al 62,2% e nella media 2020 al 66,6%. Tra il 1° e il 2° trimestre 2021 si registra inoltre un aumento del gap di genere di 2,5 punti percentuali con una distanza tra il tasso di occupazione maschile e femminile di quasi 12 punti percentuali.
  • ❖  Il tasso di disoccupazione (15 – 74 anni) si attesta al 6,2% (+0,1 punto percentuale su base congiunturale), in aumento di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2020. Nel confronto per genere tale incremento è imputabile esclusivamente alla componente femminile (+1,3 punti percentuali), a cui si affianca una sostanziale stabilità di quella maschile. Su base annua il gap del tasso di disoccupazione fra uomini e donne aumenta passando da -1,8 punti percentuali a -3,1 punti percentuali.
  • ❖  Il tasso di inattività (15-64 anni) è pari al 28,7%, in calo di 2,9 punti percentuali rispetto a quello registrato nel 2° trimestre 2020. Tale calo coinvolge entrambe le componenti di genere: -3,0% per le donne e -2,7% per gli uomini.
  • ❖  Rispettoall’Italiaillivellodeitassiconfermaunasituazionemiglioredelmercatodellavoro trentino:
    • –  il tasso di occupazione è superiore di 8,9 punti percentuali (58% in Italia);
    • –  il tasso di disoccupazione è inferiore di 3,6 punti percentuali (9,8% in Italia);
    • –  il tasso di inattività è inferiore di 6,9 punti percentuali (28,7% in Italia).

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [262.50 KB]