VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

PAT * FUGATTI E TONINA IN VISITA A DUE REALTÀ BASSO SARCA: « IL BINOMIO AGRICOLTURA E COOPERAZIONE È DETERMINANTE PER LA SOCIETÀ E LO SVILUPPO DEL TRENTINO »

Fugatti e Tonina in visita a due realtà produttive del Basso Sarca. Ieri la visita ad una cooperativa ortofrutticola e ad un’azienda manifatturiera di Pietramurata.

Dialogare con le realtà produttive locali e capirne le aspettative: sono le motivazioni che ieri hanno portato il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e il vicepresidente e assessore alla cooperazione Mario Tonina a visitare due realtà aziendali con sede a Pietramurata, frazione di Dro, Si tratta della Cooperativa La Trentina – Valli del Sarca, operante nel settore ortofrutticolo e dell’azienda manifatturiera Meccanica del Sarca, produttrice di componenti in legno e lamiera per il Gruppo Beretta.

“Il binomio agricoltura e cooperazione è determinante per la società e lo sviluppo del Trentino” ha detto Maurizio Fugatti in occasione della visita alla Valli del Sarca. “Siamo pronti a dialogare e dare un seguito alle vostre aspettative, valutando le problematiche che vorrete porci”, ha sottolineato il presidente.

Anche Mario Tonina, ringraziando per l’opportunità della visita, ha spiegato come sia importante per un amministratore toccare con mano le realtà cooperative del Trentino. “Voi siete esempio di una realtà del territorio che si apre a forme di sinergie e collaborazioni con altre esperienze analoghe che consentono di non soccombere all’interno di un mercato estremamente dinamico” ha detto il vicepresidente, ricordando che “la cooperazione in 130 anni di storia, assieme alla nostra Autonomia, ha garantito la crescita del nostro territorio, seppur con momenti di difficoltà”.

“Occorre intelligenza e impegno per garantire i produttori e i soci, per questo siete l’esempio più importante che ha il Trentino. Essere qui è per noi un modo per tenere in giusta considerazione il vostro essere al servizio della comunità e dei soci” ha concluso il vicepresidente Tonina, rimarcando anche la positiva collaborazione commerciale tra Melinda e La Trentina e l’auspicio di una collaborazione su scala regionale del mondo frutticolo.

La cooperativa Valli del Sarca raccoglie 380 soci che estendono la propria produzione di frutta (prevalentemente mele, kiwi e susine, ma anche ciliegie e patate) da Mori al Bleggio e lungo tutta l’asta della Valle del Laghi e dell’Altogarda.

Nata nel lontano 1911 come cooperativa basso Sarca, assume la configurazione amministrativa attuale nel 2004, come spiegato da alcuni membri del Cda della cooperativa che erano presenti alla visita. Due gli stabilimenti dedicati alla lavorazione della frutta (Pietramurata e Dro), cui si affianca l’emporio scorte agrarie di Arco, l’attività di commercializzazione e il settore giardinaggio: due anime che negli ultimi anni hanno raggiunto un fatturato di oltre 10 milioni di euro e occupato un numero variabile di persone, anche in relazione ai picchi di lavoro stagionale. Con il 2015 le attività di conferimento, frigoconservazione, lavorazione, confezionamento e vendita sono state gestite direttamente dal Consorzio La Trentina, per il quale attualmente lavorano presso il magazzino di Pietramurata circa 112 dipendenti. Dal 2017, in seguito al rapporto di collaborazione con Melinda, La Trentina non si occupa più della commercializzazione del prodotto, che dallo scorso anno è effettuata da Apot utilizzando i marchi commerciali dei due grandi consorzi ortofrutticoli trentini.

La Meccanica del Sarca, dal 1974 all’interno del Gruppo Beretta, si dedica fin dalla fondazione alle componenti in legno e lamiera per la fabbrica d’armi italiana che opera nei settori civile, sportivo, difesa e ordine pubblico. Con la produzione attuale l’azienda di Pietramurata fattura circa 16 milioni di euro e occupa 120 dipendenti, generando anche un notevole indotto per le attività artigiane locali. L’attività si estende su diverse aree e comprende il magazzino di legno pregiato più grande Europa e un impianto per il trattamento del legno, che necessita di essere stabilizzato e essiccato.