News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

PACCHER (LEGA) * VALDASTICO: « SI VA AVANTI SENZA RIPENSAMENTI, L’OPERA SERVE NON ALLA GIUNTA PAT MA AL TRENTINO »

Scritto da
09.14 - venerdì 08 ottobre 2021

Siamo alle solite. Il centro sinistra dimostra, ancora una volta, di essere maestro a creare polemiche strumentali, basate solo su preconcetti politici, ma che non hanno alcuna fondatezza strutturale e non risolvono i problemi. La Valdastico serve non alla giunta provinciale ma al Trentino. Serve perché il traffico sulla Valsugana è diventato insostenibile e ogni anno aumenta sempre di più. La Lega e tutto il centrodestra (ripeto tutto il centrodestra, nessuno escluso….. ) lo aveva ben espresso durante la campagna elettorale per le elezioni provinciale del 2018: se avessimo vinto avremmo portato avanti il progetto per la realizzazione della nuova A31. Nei tre comuni dove passerà la nuova tangenziale, anche se i sindaci si sono opposti alla Valdastico, la Lega è risultata il primo partito alle scorse elezioni provinciali. Consapevoli di questo i trentini ci hanno votato e ci hanno eletto alla guida della Provincia.

E su 166 comuni quanti hanno detto no alla nuova opera stradale? Pochi, una decina e chi è si è espresso contro lo ha fatto principalmente per motivi politici. Quando il Partito Democratico parla di opera inutile dimostra solo di non sapere di che cosa parla e lo dimostra il fatto che per decenni ha regnato alla guida del Trentino nel più completo immobilismo. Cosa ha fatto il centro sinistra negli ultimi decenni per risolvere la situazione? Niente, un bel niente. Il traffico verso nord continua ad aumentare e soluzioni alternative la sinistra non le ha mai proposte.

Hanno paventato il potenziamento della rete ferroviaria, hanno fatto studi su studi, usato termini accattivanti come mobilità sostenibile ecc. senza però alla fine fare nulla in proposito. Senza poi tener conto che non è che si risolva il problema del traffico con i treni. Il traffico pesante che transita su gomma sulle nostre strade non prosegue il viaggio verso nord su rotaia ma su ruota. Il treno per questo tipo di mobilità è inutile.

Come ha detto bene il presidente Fugatti la Valdastico è nei 10 punti del piano di rilancio economico presentato nel 2018. Serve per velocizzare il traffico sulla direttiva nord-sudest. Serve per il rilancio economico del Trentino. Aumenterà infatti i valori degli immobili, aiuterà lo sviluppo delle imprese e la creazione di nuove aziende e di conseguenza creerà nuove opportunità di lavoro. Poi parliamo di un’opera da oltre due miliardi di euro per la quale i trentini non tireranno fuori un euro, ma sarà tutta a carico della società A4.

Le polemiche di questi giorni, ha ricordato Fugatti in consiglio provinciale, sembrano simili a quelle di 50 anni fa quando la sinistra era bravissima a fare polemiche e a fare barricate contro la realizzazione dell’autostrada 22 senza poi proporre alternative o soluzioni alternative. Provate a pensare come saremmo messi oggi se non ci fosse la Brennero-Modena, se anche in quella circostanza i no ideologici della sinistra avessero avuto il sopravvento. Il Trentino ha perso anche troppo tempo su questo argomento. Si va avanti senza ripensamenti per un Trentino più forte, più moderno e con una viabilità adeguata che non penalizzi le attività turistiche e commerciali della nostra provincia.

 

*

Roberto Paccher – Lega Trentino

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.