VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

NURSING UP TRENTO * RIUNIONE CON APSS: HOFFER, « DAL 15/10 SCATTANO I CONTROLLI DEI GREEN PASS, ANCORA UNA VOLTA SI CARICA ULTERIORE ATTIVITÀ SU INFERMIERI ED PROFESSIONISTI SANITARI »

Dal 15 ottobre scattano in azienda i controlli dei green pass: ancora una volta si carica ulteriore attività su infermieri e professionisti sanitari!

Il sindacato Nursing up, nel corso della riunione odierna con l’Apss, ha espresso forte preoccupazione per l’imminente termine del 15 ottobre, dove diventerà obbligatorio esibire la certificazione green pass per poter lavorare nelle strutture sanitarie della nostra Provincia.

Sono centinaia i professionisti e gli operatori non ancora vaccinati e che non potranno accedere alle strutture lavorative, in assenza di tampone. Il rischio reale è che il cittadino non riceva un’adeguata qualità assistenziale, in azienda sanitaria già oltre 100 professionisti ed addetti all’assistenza sono stati sospesi, altri 200 lo saranno nelle prossime settimane, se non si vaccineranno.

Il decreto legge 139 e le linee guida ministeriali hanno previsto che nelle strutture sanitarie i controlli sui dipendenti in possesso del green pass saranno a carico, di norma, del personale dirigenziale.

Contrariamente a tutto cio’, l’Azienda sanitaria ha attribuito questa funzione ai coordinatori del personale infermieristico e sanitario, già stanchi, sfiniti e sovraccarichi di altre incombenze, come Nursing up abbiamo chiesto con forza l’individuazione di altro personale non sanitario, che di certo in questo momento è sicuramente meno gravato di attività e problemi. Ed il sabato e la domenica, in assenza dei coordinatori, cosa succederà? Tutto ricadrà sul personale infermieristico in turno, già in presenza minimale! Per quanto ci riguarda, questo non è accettabile, l’Azienda sanitaria deve immediatamente assumere degli operatori appositamente dedicati ai controlli green pass.

Altre aziende in Italia hanno già predisposto apposite apparecchiature per effettuare controlli al momento della timbratura, nella nostra azienda non sono ancora installati.
L’incontro poi è stato interrotto dall’Azienda sanitaria nel pieno della discussione, perché poi la sala doveva essere utilizzata per una festa di pensionamento! E la politica trentina? Grande assente, non riceve i sindacati, non finanzia e rinnova i contratti e le assunzioni di personale infermieristico ed Oss vanno a rilento.

A difesa dei diritti dei nostri professionisti e dei nostri cittadini, che meritano di avere un’adeguata e sicura assistenza, Nursing up manifesterà con altre organizzazioni sindacali il 18 ottobre dalle 13 alle 16 fuori dall’Ospedale di Arco ed il 26 ottobre con una grande manifestazione a Trento.

*

Cesare Hoffer
Coordinatore Nursing up Trento