News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

NATO * CONFERENZA STAMPA SEGRETARIO GENERALE / 15/3: STOLTENBERG, « AUMENTEREMO I NOSTRI SCHIERAMENTI, RAFFORZEREMO LA DIFESA AEREA E MISSILISTICA INTEGRATA » (VIDEO)

Scritto da
17.47 - martedì 15 marzo 2022

NOTA REDAZIONE “OPINIONE” – TRADUZIONE DA “GOOGLE TRANSLATION” (è possibile che il testo in lingua straniera non sia tradotto in maniera ottimale, si raccomanda di verificare l’esatto contenuto-traduzione) –

 

 

 

 

 

I ministri della Difesa della NATO si incontreranno domani in un momento decisivo per la nostra sicurezza.

La brutale invasione dell’Ucraina da parte del presidente Putin sta causando morte e distruzione ogni giorno. Ha sconvolto il mondo. E ha scosso l’ordine internazionale.

Per mesi abbiamo esposto la lunga lista di bugie della Russia. Hanno affermato che non avevano intenzione di invadere l’Ucraina. Ma lo hanno fatto.

Hanno affermato che stavano ritirando le loro truppe. Ma hanno inviato ancora di più.

Dicono di proteggere i civili. Ma stanno uccidendo i civili.

Ora stanno facendo affermazioni assurde su laboratori biologici e armi chimiche in Ucraina.

Questa è solo un’altra bugia. E siamo preoccupati che Mosca possa organizzare un’operazione sotto falsa bandiera, forse anche con armi chimiche.
Il popolo ucraino sta combattendo coraggiosamente. Difendere le loro case. E il loro futuro. E dobbiamo sostenerli.

Domani sarà raggiunto dal ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov. E gli altri nostri partner Georgia, Finlandia, Svezia e Unione Europea.

Il mondo intero ha condannato questa guerra senza senso.
Gli alleati della NATO, l’Unione Europea e altri paesi hanno introdotto sanzioni senza precedenti contro la Russia.

Per molti anni, gli alleati della NATO hanno addestrato decine di migliaia di truppe ucraine.
Molti di loro ora stanno combattendo in prima linea.

Gli alleati hanno anche fornito quantità significative di equipaggiamento critico. Comprese armi anticarro e di difesa aerea, droni, munizioni e carburante.

Questa formazione e attrezzatura stanno aiutando l’Ucraina a difendersi. L’Ucraina ha un diritto fondamentale all’autodifesa, sancito dalla Carta delle Nazioni Unite. E gli alleati ei partner della NATO continueranno ad aiutare l’Ucraina a difendere questo diritto. Fornendo equipaggiamento militare e assistenza finanziaria e umanitaria.

Il compito principale della NATO è proteggere e difendere tutti gli alleati.

Abbiamo risposto rapidamente alla crisi. Attivando i nostri piani di difesa, elevando la nostra prontezza, e schierando per la prima volta la Forza di risposta della NATO per la nostra difesa collettiva.

Ora ci sono centinaia di migliaia di forze in allerta intensificata in tutta l’Alleanza. Centomila soldati americani in Europa. E circa 40.000 soldati sotto il comando diretto della NATO, per lo più nella parte orientale dell’Alleanza.

Sostenuto dalle maggiori potenze navali e aeree. Così come le difese aeree.

Gli Stati Uniti stanno attualmente schierando batterie Patriot in Polonia. E anche Germania e Paesi Bassi stanno schierando Patriots in Slovacchia.

Tutto questo invia un messaggio inconfondibile. Un attacco a un alleato avrà una risposta decisiva da parte dell’intera Alleanza. L’invasione russa dell’Ucraina, e la sua integrazione militare con la Bielorussia, creano una nuova realtà di sicurezza nel continente europeo.

Quindi dobbiamo ripristinare la nostra posizione militare per questa nuova realtà. Domani i ministri avvieranno un’importante discussione su misure concrete per rafforzare la nostra sicurezza a lungo termine, in tutti i settori.

A terra, ciò potrebbe includere sostanzialmente più forze nella parte orientale dell’Alleanza, a maggiore prontezza e con equipaggiamento più preposizionato.

Prenderemo in considerazione anche importanti aumenti dei nostri schieramenti aerei e navali. Rafforzare la nostra difesa aerea e missilistica integrata.
Rafforzare le nostre difese informatiche. E tenendo sempre più esercizi più grandi.

Mi aspetto che incaricheremo i comandanti militari della NATO di sviluppare opzioni per il nostro vertice di Madrid di giugno. I maggiori rinforzi della nostra difesa richiederanno importanti aumenti degli investimenti.

Accolgo con favore che la Germania e altri alleati abbiano già annunciato che si stanno intensificando. E incoraggio tutti gli alleati a spendere almeno il 2% del PIL per la difesa.

Dobbiamo fare di più. Quindi dobbiamo anche investire di più. Per proteggere la pace e la libertà. E difendi i nostri valori, in questo momento critico.

 

///

 

NATO Defence Ministers will meet tomorrow at a defining moment for our security.

President Putin’s brutal invasion of Ukraine is causing death and destruction every day.
It has shocked the world.
And shaken the international order.

For months, we have exposed Russia’s long list of lies.

They claimed they did not plan to invade Ukraine.
But they did.

They claimed they were withdrawing their troops.
But they sent in even more.

They claim to be protecting civilians.
But they are killing civilians.

Now they are making absurd claims about biological labs and chemical weapons in Ukraine.

This is just another lie.
And we are concerned that Moscow could stage a false flag operation, possibly including chemical weapons.
The Ukrainian people are fighting bravely.
Defending their homes.
And their future.
And we must support them.

Tomorrow we will be joined by the Ukranian defence minister Oleksii Reznikov.
And our other partners Georgia, Finland, Sweden, and the European Union.

The whole world has condemned this senseless war.
NATO Allies, the European Union and other countries have introduced unprecedented sanctions on Russia.

For many years, NATO Allies have trained tens of thousands of Ukrainian troops.
Many of them are now fighting on the front-lines.

Allies have also provided significant quantities of critical equipment.
Including anti-tank and air defence weapons, drones, ammunition and fuel.

This training and equipment is helping Ukraine to defend itself.

Ukraine has a fundamental right to self-defence, enshrined in the UN Charter.
And NATO Allies and partners will continue to help Ukraine uphold that right.

By providing military equipment, and financial and humanitarian assistance.

NATO’s core task is to protect and defend all Allies.

We have responded to the crisis quickly.
Activating our defence plans,
raising our readiness,
and deploying the NATO Response Force for the first time for our collective defence.

There are now hundreds of thousands of forces on heightened alert across the Alliance.
One hundred thousand US troops in Europe.
And around 40,000 troops under direct NATO command, mostly in the eastern part of the Alliance.

Backed by major air and naval power.
As well as air defences.

The US is currently deploying Patriot batteries to Poland.
And Germany and the Netherlands are also deploying Patriots to Slovakia.

All of this sends an unmistakable message.
An attack on one Ally will be met with a decisive response from the whole Alliance.

Russia’s invasion of Ukraine,
and its military integration with Belarus, create a new security reality on the European continent.

So we need to reset our military posture for this new reality.

Tomorrow, ministers will start an important discussion on concrete measures to reinforce our security for the longer term, in all domains.

On land, this could include substantially more forces in the eastern part of the Alliance, at higher readiness, and with more prepositioned equipment.

We will also consider major increases to our air and naval deployments.
Strengthening our integrated air and missile defence.
Reinforcing our cyber defences.
And holding more and larger exercises.

I expect we will task NATO’s military commanders to develop options for our Madrid Summit in June.

Major reinforcements of our defence will require major increases in investment.

I welcome that Germany and other Allies have already announced they are stepping up.

And I encourage all Allies to spend a minimum of 2% of GDP on defence.

We must do more.
So we must also invest more.

To protect peace and freedom.

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.