News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

MASSIMILIANO MAZZARELLA * COVID: «VEDERE COME IN TRENTINO DI DOMENICA IL NUMERO DI VACCINAZIONI CROLLI DA 2.200 A 22, VENTIDUE VACCINI IN UN SOLO GIORNO, LASCIA PERPLESSI »

Scritto da
10.41 - venerdì 09 aprile 2021

La domenica anche i virus non lavorano. La mia attenzione è sempre stata focalizzata sulla percentuale complessiva di persone vaccinate in Trentino rispetto all’intera popolazione, nella speranza di vederla incrementare velocemente verso il traguardo del 100%.

Non mi ero mai soffermato invece sull’andamento giornaliero dei vaccini effettuati e solo oggi ho voluto andare a controllare. Sono rimasto scandalizzato e altamente contrariato nel vedere come di domenica il numero di vaccini crolli drammaticamente da circa 2.200 a … 107, 33, 22. Ventidue vaccini in un solo giorno!

Caro Direttore, le domande sorgono spontanee: in piena crisi pandemica, con centinaia di morti alle spalle al e decine di persone in rianimazione, possibile che la domenica sia intoccabile? Possibile che il mondo si debba fermare anche davanti a esigenze emergenziali come quella che stiamo vivendo?

Comprensibile un calo, certo, ma un totale azzeramento come questo non è assolutamente tollerabile!

Neanche in Calabria, la peggiore regione per performance complessiva sui vaccini, si raggiunge un calo così disarmante di operatività. I dati sono pubblici.

In un responsabile e organizzato Trentino, non è contemplabile che un’attività che dovrebbe essere attiva 24 su 24 si blocchi per la “pausa domenicale”. Il virus va forse in ciclabile la domenica? I ricoverati in terapia intensiva se ne tornano dai famigliari per un allegro pranzetto per poi essere re-intubati il lunedì mattina… e neanche troppo presto?

Perdoni lo sfogo, ma a mio avviso questo è un atteggiamento estremamente irrispettoso nei confronti delle persone che rischiano di ammalarsi, dei nostri anziani che privano i nostri figli del loro calore per paura di contrarre il virus, di tutte quelle persone fragili che ogni giorno in più passato senza essere vaccinate rischia di compromettere la loro vita.

Un mondo in cui è possibile prendere un panino da mcDonald’s anche nella notte di Natale, ma che non garantisce la copertura assistenziale H24, è un mondo che deve essere completamente ripensato.

Inefficienze imperdonabili come questa confermano la mia convinzione di come chi ci governa sia estremamente inadeguato al ruolo in cui è stato, ahinoi, messo.

Se il fattore umano dovuto alle morti non fosse sufficiente a predisporre uno sforzo logistico basilarmente necessario, che lo sia almeno quello economico. Un bambino di prima media, alle sue prime espressioni matematiche, saprebbe comprendere come la perdita economica giornaliera che questa lentezza porta con sé sia immensamente maggiore rispetto al costo di gestire processi organizzativi con turn over serrati H24.

Ma forse qui siamo ancora alle elementari.

 

*

Massimiliano Mazzarella

 

*

LINK (fonte)

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.