PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Giornata dell'Autonomia (5/9/2019)

- video Tv integrale -

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Da tempo si propagandava un evento dal tema particolarmente coinvolgente “Donne e uomini: solo stereotipi di genere o bellezza della differenza?”

Doveva essere un momento pubblico, aperto, organizzato da assessori provinciali, nella sede istituzionale della Provincia.

Ma la nuova governance provinciale evidentemente è ancora troppo inesperta: una sala troppo piccola occupata per metà da dipendenti provinciali e giornalisti; una folla in attesa che chiede insistentemente che si sposti il convegno in una sala più grande; quattro carabinieri che bloccano l’ingresso ai tanti che volevano assistere; una porta laterale, molto laterale, lasciata causalmente aperta e priva di sorveglianza.

Da quella porta in molti sono confluiti all’interno, nel corridoio antistante la sala, per far sentire la propria perplessità su una gestione approssimativa, sia per la scelta dei relatori che per quella della location. Si è improvvisato un sit-in pacifico, brutalmente interrotto da una carica del tutto ingiustificata ed improvvisa da parte di polizia, carabinieri e guardia di finanza.

Liberi e Uguali del Trentino giudica la serata di ieri come una pagina nera dell’autonomia, nella quale, vuoi per imperizia vuoi per determinazione, i luoghi della dialettica costruttiva sono diventati luoghi della negazione del confronto e della repressione e una sede istituzionale è stata violata da una carica ingiustificata contro cittadini pacifici.

 

*
Liberi e Uguali del Trentino