CONSIGLIO PROVINCIA AUTONOMA TRENTO - CORECOM

Intervento del Presidente Marco Sembenotti

(Comitato per le Comunicazioni del Trentino)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Italia Viva presenta le candidate alle prossime amministrative a Trento, Rovereto, Riva e Lavis. E rilancia la doppia preferenza di genere. Conzatti: “Vogliamo costruire un Trentino paritario. Lo faremo anche con queste liste trasversali ricche di generazioni e culture di provenienze diverse”.

Vivere in una società più paritaria, più equa, più a misura di “persona”. Andare oltre la “conciliazione” e promuovere la “condivisione”, tra uomo e donna, in famiglia, nel mondo del lavoro, nella società, nella quotidianità. È ambizioso il progetto di Italia Viva. È ambizioso perché la parità e la condivisione sono declinati in un programma politico ricco di contenuti.

Parte da qui il forte messaggio che oggi Italia Viva ha voluto dare presentando le candidate alle prossime amministrative.

Candidate che si presentano “in liste paritarie” a Trento con +TrentoViva in sostegno del candidato sindaco Franco Ianeselli, a Rovereto con una lista civica costituita assieme al candidato sindaco Francesco Valduga, a Riva con Nuova Riva in sostegno del candidato sindaco Michele Malfer, a Lavis con la lista Lavis Più Viva a sostegno della candidata sindaca Maria Devigili.

Le candidate si sono presentate a Trento in un incontro promosso da Donatella Conzatti, senatrice di Italia Viva.

“L’impegno di Italia Viva per la doppia preferenza di genere anche nelle prossime elezioni amministrative è alto – ha detto Donatella Conzatti – Il Trentino ha già una legge adeguata all’articolo 51 della Costituzione e alle norme nazionali per le elezioni provinciali, ora Italia Viva Trentino si pone un nuovo obiettivo: avere la medesima legge anche per le elezioni amministrative così da poter avere amministratrici che scelgono di investire risorse in tutto ciò che serve per costruire una società realmente paritaria. È grave che la regione Trentino Alto Adige, terra autonoma, non abbia ancora recepito questa legge nazionale. Stiamo lavorando e lavoreremo ad un Trentino moderno e forte grazie ai talenti di tutti. Vogliamo costruire un Trentino paritario e lo faremo con queste liste paritarie  e trasversali ricche di generazioni e culture di provenienze diverse”.

La parola è quindi andata alle coordinatrici e alle candidate di Italia Viva che hanno evidenziato come ci siano alte professionalità e competenze. “Le donne in politica e nella società – è stato il pensiero unanime – possono occuparsi di ogni ambito. Non siamo qui solo per parlare di asili nido”.

Paola Martinelli coordinatrice di Trento. “Vogliamo una città imprenditoriale e di cura. Una città verde con una mobilità moderna e sicura. Vogliamo una città turistica e collegata con le valli”.

Elisa Sittoni,  coordinatrice di Rovereto e candidata. “Noi riconosciamo la persona come portatrice di interessi, impegno e professionalità. Non c’è la rivendicazione di un genere”.

Isabella Iandarino in rappresentanza della Lista Nuova Riva ha evidenziato l’importanza di promuovere l’ambito economico di una città che non vive solo di turismo ma anche  di industria e terziario.

Maria Devigili, candidata sindaca Lavis lavorerà per una Lavis più viva, più aperta alla cultura che guarda ai giovani. “C’è ancora tanto maschilismo nel mondo del lavoro e non solo, dobbiamo promuovere un vero salto culturale. C’è bisogno di una vera rappresentanza femminile anche ai vertici”.

Elisabetta Zanella candidata +TrentoViva: “Stiamo lavorando a tanti progetti: Vogliamo unire il quartiere alpino di Trento, il Monte Bondone, al quartiere urbano. Non parleremo solo di funivia”