News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

INVALSI: CIVETTINI, CRITERI DI VALUTAZIONE VERI PER UNA SELEZIONE MERITOCRATICA

Scritto da
17.06 - martedì 9 maggio 2017

(Fonte: Claudio Civettini) – Protesta studenti contro il test Invalsi: giusta la richiesta di criteri di valutazione veri e ingressi universitari aperti, ma che prevedano selezione e meritocrazia da subito per meglio favorire ingressi nel mondo del lavoro.

Non entriamo nel merito della scelta di manifestare, da parte degli studenti trentini, relativamente ai test invalsi sui percorsi di valutazione. Noi vorremmo sottolineare che obiettivamente vi è una fondatezza rispetto a questo tipo di problema, poiché, ritenendo che la Scuola non sia un quiz, condividiamo l’idea che la preparazione ma soprattutto gli approfondimenti delle conoscenze, siano ben altra cosa, che non deve umiliare la saggezza dei nostri ragazzi.

E proprio da questo spunto ci viene anche l’indicazione, che oltre ad un ripensamento degli indirizzi universitari locali, sia necessario un percorso che possa anche l’accesso alle facoltà universitarie con una modifica sostanziale, introducendo un percorso che poi divenga effettivamente selettivo e meritocratico in base alle effettive capacità.

Si tratterebbe di una possibilità alternativa, che probabilmente andrebbe incontro alle istanze studentesche facendo anche sì che le università – così gestite – non si trasformino in dei parcheggi anticamera della disoccupazione, ad altissimo costo per le famiglie.

Allora, attraverso la liberalizzazione degli accessi e l’applicazione seria di criteri di valutazione e selezione sin dal primo anno, si giungerebbe probabilmente ad una qualificazione di quelli che poi sono i titoli di laurea, ma anche un giusto e corretto indirizzo per la formazione dei nostri giovani, volto alla vera occupazione e non allo svilimento dei criteri, sia valutativi, sia dei titoli stessi che così fatto, sono sempre di più, documenti che non portano allo sviluppo occupazionale di nostri giovani.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.