News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

IMPRESE: TRENTINO SVILUPPO, IGF ALDENO INVESTE 5 MLN E ASSUME PERSONALE

Scritto da
13.16 - lunedì 06 febbraio 2017

(Fonte: Ufficio stampa Trentino Sviluppo) – Prosegue il piano di rilancio di Igf, azienda che da oltre 35 anni opera nel settore della legatoria occupando nello stabilimento di Aldeno circa 80 addetti. Forte di una crescita del volume d’affari, che nel 2016 ha fatto registrare un più 11% sull’esercizio precedente ed un incremento del 23% rispetto al 2014, l’azienda ha concordato con Provincia di Trento e Trentino Sviluppo, che in Igf detiene dal 2009 una quota di capitale del valore di 3 milioni di euro, un piano di investimenti con l’obiettivo di accelerare ed irrobustire ulteriormente il trend positivo.

Igf destinerà altri 5 milioni di euro per l’acquisto di nuove linee produttive a tecnologia avanzata, in modo da poter incrementare la propria competitività e puntare a commesse di alto valore richieste dal settore dell’editoria, della moda, del lusso e della discografia. Gli addetti saliranno a regime fino a 90, rispetto all’organico attuale di 79 unità lavorative. L’intesa è stata siglata oggi dal vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi, dal consigliere delegato di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini, dal presidente di Igf Fulvio Baldo e da Dario Martinelli, presidente di Printer Trento, a sua volta azionista dell’azienda di Aldeno.

“Abbiamo fatto bene ad investire in un’azienda che ha fatto della territorialità, del rapporto con la comunità, dell’investimento nelle persone e nei propri dipendenti, un elemento importante per svilupparsi e crescere. E’ la conferma – sottolinea Alessandro Olivi, vicepresidente e assessore allo Sviluppo Economico e lavoro della Provincia autonoma di Trento – che Trentino Sviluppo è stata decisiva in alcuni momenti importanti di trasformazione della nostra struttura produttiva, consentendo alle imprese di poter contare su un solido supporto quando ciò era decisivo per poter guardare al futuro. L’operazione IGF ci conferma oggi che la strada da seguire è quella di guardare sempre di più alla qualità dei progetti, alla serietà degli imprenditori e alla comune volontà di operare perché le politiche industriali producano opportunità di lavoro per le nostre comunità”.

Fulvio Baldo, presidente di Igf, ha ribadito come i risultati ottenuti dall’azienda siano frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto il partner Printer Trento, il management e tutti i collaboratori. “Abbiamo superato periodi non facili e ne siamo usciti grazie all’impegno di tutti, in particolare dei tanti collaboratori che sono con noi da molti anni e sono stati i primi a credere in questa scommessa mettendosi in gioco con impegno e disponibilità. Abbiamo cambiato assieme il nostro modo di lavorare perché aumentare la produttività non significa fare più fatica ma trovare le modalità per fare meglio”.

Igf, azienda con sede ad Aldeno, da oltre 35 anni si occupa di legatoria industriale conto terzi, principalmente tramite brossura o cartonato e altre rilegature speciali, operando nella fascia medio-alta del mercato. Dopo anni non facili, nei quali l’impresa ha dovuto fare conti con una crisi generalizzata nel settore editoriale e stampa, l’attenta opera di contenimento dei costi di produzione attraverso la formazione e il coinvolgimento di tutti i collaboratori, la ricerca di nuovi mercati e gli investimenti orientati ad elevare la qualità dei prodotti e delle lavorazioni sta portando risultati evidenti. Il fatturato, che nel 2016 ha superato i 10 milioni di euro, conferma il recente un trend di sviluppo facendo segnare un +11% sul 2015 ed un incremento del 23% rispetto al 2014, con un margine operativo lordo in continuo miglioramento rispetto al triennio precedente. Il personale occupato ad Aldeno conta oggi 79 addetti, che salgono a 109 contando l’occupazione indiretta, ovvero i lavoratori interinali e quelli impiegati in attività affidate in outsourcing.

Ma l’azienda intende accelerare il percorso di crescita migliorando la capacità produttiva nell’editoria e puntando su mercati ad elevato valore aggiunto, quali i settori della moda, del lusso e della discografia, dove stima di incrementare del 30% la propria capacità produttiva. Obiettivo condiviso con Trentino Sviluppo, che dal 2009 è azionista di Igf con una partecipazione del valore di 3 milioni di euro, e con la Provincia autonoma di Trento che guarda in particolare con grande attenzione sia alle prospettive di crescita occupazionale, diretta ed indiretta, con l’inserimento in azienda di nuove figure professionali a più elevata specializzazione, sia agli investimenti in innovazione orientati anche al miglioramento della qualità del lavoro e delle condizioni di sicurezza dei lavoratori. Il protocollo d’intesa siglato oggi, giovedì 26 gennaio, ha l’obiettivo di sostenere il nuovo piano di investimenti presentato da Igf a Trentino Sviluppo il 30 dicembre scorso, rivedendo anche i patti parasociali siglati tra i soci: oltre alla società di sistema provinciale, anche Fulvio Baldo e Printer Trento, che detiene il 20% delle azioni di IGF Spa.

Il piano industriale prevede infatti investimenti, in due fasi (2017 e 2018), per 5 milioni di euro, necessari per adeguare le tecnologie attualmente utilizzate per meglio corrispondere alle esigenze del mercato, con un conseguente significativo miglioramento della competitività: le nuove linee che l’azienda intende acquistare, che si avvalgono della tecnologia 4.0 e sono destinate alla produzione di libri a copertina rigida e alla brossura, sono peraltro compatibili con la progressiva automazione e interconnessione dei processi produttivi, accrescendo la capacità produttiva e la sicurezza del lavoro nello stabilimento di Aldeno.
In conseguenza del nuovo piano industriale e per effetto degli impegni assunti da Trentino Sviluppo – che ha deciso di prorogare al 31 dicembre 2024 il termine per l’esercizio dell’opzione di  cessione del proprio pacchetto azionario ai soci privati, altrimenti previsto ad ottobre 2019 – Igf aumenterà il proprio livello occupazionale passando dalle attuali 79 a 90 unità lavorative, impegnandosi a mantenere tale livello di occupati fino al 2024, ma dovrà rispettare alcune condizioni specifiche richieste da Trentino Sviluppo. Nel complesso, contando occupazione diretta di Igf e Printer Trento, che ad oggi impiegano rispettivamente 79 e 49 addetti e l’occupazione indiretta (lavoratori interinali e servizi/lavorazioni affidati a fornitori esterni), il livello occupazionale stabilizzato grazie all’accordo arriva a 158 unità lavorative. Grazie in particolare agli investimenti nei nuovi macchinari, l’azienda si aspetta di elevare ulteriormente il proprio fatturato, arrivando a fine 2017 ad un valore di 11 milioni di euro.

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2017/02/17-02-06-IGF-Aldeno.pdf” title=”17-02-06 IGF Aldeno”]

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa

 

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.