VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

HOMETOGO * TURISMO – NATALE E CAPODANNO 2018: « TRE LE LOCALITÀ SCIISTICHE EUROPEE PIÙ CARE – BAQUÈIRA (599 EURO/NOTTE), ZERMATT (596) E MADONNNA DI CAMPIGLIO (522) »

Il budget per una settimana bianca. Tutti i prezzi della stagione 2018/19 nelle principali località sciistiche europee. In occasione del Natale e Capodanno appena trascorsi sono stati tanti gli amanti degli sport invernali che si sono riversati sulle piste d’Europa. HomeToGo, il più grande meta-motore di ricerca per case e appartamenti vacanza, svela il budget di soggiorno speso in media per una settimana bianca sotto queste festività, e anche quando risparmiare per chi ancora non ha fatto programmi.

Natale e Capodanno 2018: Il budget degli sciatori

Chi ha organizzato una settimana bianca a ridosso delle festività di Natale e Capodanno appena trascorsi non ha badato a spese. Per la settimana 22-29 dicembre è stata la località sciistica spagnola di Baquèira la più costosa, con un budget medio di soggiorno di 599€/notte, seguita dalla svizzera Zermatt (596€/notte) e dall’italiana Madonnna di Campiglio (522€/notte). Tra le 10 località sciistiche più care sotto Natale vi sono anche Kitzbühel con un prezzo di soggiorno di 505€/notte, Verbier, la più costosa tra le località sciistiche francesi e altre due italiane, Cortina d’Ampezzo con un prezzo medio di 322€/notte e la Val Gardena con 322€/notte.

Per Capodanno, durante la settimana del 29 dicembre 5 gennaio, i prezzi salgono, fino a raggiungere i 1.015€ a notte di Zermatt, i 649€/notte di Madonna di Campiglio, tra le località sciistiche italiane dai prezzi di soggiorno più alti di questa stagione, e Cortina con 626€/notte.

Se questi budget non fossero abbastanza elevati, ovviamente occorre aggiungere il costo dell’attrezzatura e dello skipass, il prezzo da pagare per accedere alle piste. Il più alto si registra a Chamonix-Mont-Blanc e Zermatt, ben 65€ per una giornata, mentre in Italia lo skipass più caro è quello di Cortina, ben 61€/giorno mentre i più economici quelli di Sestriere (38€/giorno) e Livigno (49€/giorno).

Sciare in Italia: quando risparmiare sull’alloggio

Dando un’occhiata ai prezzi medi di soggiorno per i mesi di gennaio e febbraio nelle principali località sciistiche italiane, si evidenzia un generale calo, unica eccezione la val Gardena, dove dai 261€/notte per gennaio si raggiungono i 288€ in febbraio. Il risparmio maggiore optando per febbraio, lo si ha per le località di Madonna di Campiglio (-10%) e Cortina (-16%).

Tutti i prezzi e altri dati sono consultabili alla pagina dedicata https://www.hometogo.it/europa/vacanze-neve/

Metodologia
I prezzi di soggiorno sono prezzi medi a notte per un alloggio vacanze per 4 persone in ciascuna località sciistica considerata.

A proposito di HomeToGo
HomeToGo è un meta-motore di ricerca per case e appartamenti vacanza indipendente che permette di cercare e confrontare in modo facile e veloce le 15 milioni di offerte disponibili in oltre 200 Paesi e da più di 300 siti diversi. Con i vari filtri a disposizione l’utente può trovare la sistemazione più adatta alle proprie esigenze ordinando le proprietà secondo destinazione, data di arrivo e partenza, prezzo e servizi richiesti. Il quartier generale è a Berlino. Fondata da Patrick Andrä, Wolfgang Heigl e Nils Regge, ad oggi l’azienda conta più di 150 dipendenti ed è attiva in 13 nazioni europee, negli Stati Uniti, in Australia, Brasile, Messico, Russia, Giappone e Hong Kong.