News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

GRUPPO UPT PAT: 3 QT, ASSICURAZIONI METEO / GESTIONI ASSOCIATE / PROTONTERAPIA

Scritto da
12.50 - venerdì 31 marzo 2017

(Fonte: Upt, Gruppo consiliiare Unione per il Trentino) – In vista del prossimo Consiglio provinciale si riportano sotto copie delle Question time depositate dai consiglieri dell’Unione per il Trentino Gianpiero Passamani, Pietro De Godenz e Mario Tonina con gentile richiesta di diffusione.

 

*

CONS. PASSAMANI: UN CO.DI.PR.A. DEL TURISMO INDENNIZZI E ASSICURAZIONI SUL METEO PER GLI OPERATORI DEL SETTORE

I cambiamenti climatici, la violenza e l’imprevedibilità dei fenomeni meteorologici, le previsioni del tempo a volte destabilizzanti incidono sempre di più sulle attività turistiche nella nostra Provincia e non solo sul comparto della produzione agricola. L’estate 2014 si è rivelata eccezionalmente piovosa, il luglio 2015 particolarmente caldo, l’inverno 2016/2017 avaro di precipitazioni e i mesi di febbraio e marzo 2017 caratterizzati da temperature miti, superiori alla media.

Gli agenti atmosferici (nubifragi, grandine, piogge persistenti, temperature fuori norma, assenza di precipitazioni nevose), sempre più spesso costituiscono un elemento di mancati ricavi per gli esercenti di strutture turistiche (alberghi, campeggi, agricampeggi, stabilimenti balneari, acropark, parchi avventura, ski-area, attività di noleggio natanti/bike/attrezzature sport outodoor).

Si interroga la Giunta Provinciale sull’eventuale valutazione e promozione di strumenti di indennizzo sul modello del Codipra., che favoriscano la copertura assicurativa degli operatori del settore in base a rigidi parametri e soglie predefiniti e rilevati da centraline meteo di riferimento presenti sul territorio provinciale.

 

 

*

CONS. DE GODENZ: SUPPORTO AI COMUNI INTERESSATI DALLE GESTIONI ASSOCIATE

Nella maggioranza dei comuni trentini dopo aver condiviso l’accorpamento in ambiti e votate nei relativi Consigli Comunali, entro la fine dello scorso anno, le convenzioni che definivano le nuove strategie organizzative dei servizi comunali, come da legge di riferimento, sono partite le Gestioni Associate. Una riforma faticosa che impone all’interno dei Comuni nuove competenze gestionali ma che vedrà crescite professionali e relative capacità innovative per realizzare le previste finalità di riassetto del sistema amministrativo.
Per consentire e rendere razionale la funzionalità delle gestioni associate, i comuni capofila si sono accollati gli interventi tecnici necessari per realizzare nuovi spazi di lavoro e le indispensabili implementazioni tecnologiche. Chiedo pertanto all’Assessore di riferimento, pur nel rispetto della ratio economica che caratterizza la riforma, se e in che termini la Giunta intenda intervenire a supporto dei costi spesso rilevanti sostenuti in particolar modo dai comuni capofila nell’impegnativo ridisegno di una nuova mappa dei servizi comunali.

 

 

*

CONS. TONINA: INSERIMENTO DELLE PRESTAZIONI DI PROTONTERAPIA NEI LEA

Durante la visita della Ministra della salute Lorenzin al Centro di Protonterapia di Trento, tenutasi lo scorso mese di novembre, la stessa aveva ribadito che l’intesa sui Livelli Essenziali di Assistenza, raggiunta nel settembre 2016 in seno alla Conferenza Stato-Regioni, era all’esame della competente Commissione e che sarebbe diventata operativa presumibilmente entro il 1° gennaio 2017. Sottolineava che l’inserimento delle prestazioni di protonterapia nei Lea avrebbe consentito a pazienti affetti dalle patologie tumorali individuate, provenienti da tutta Italia, di curarsi nel centro di Trento con la copertura del Servizio Sanitario Nazionale, consentendo un aumento significativo del numero dei pazienti trattati. Purtuttavia ad oggi i Lea, pur essendo un diritto del cittadino non sono di fatto applicabili.

Pare che tale questione sia al vaglio della Commissione competente e che siano state richieste circa un mese fa e già fornite dalle nostre autorità sanitarie, tutte le informazioni utili relative alle tariffe che vengono applicate al Centro di Protonterapia di Trento. Per l’effettiva applicazione delle prestazioni di protonterapia nei Lea è necessaria quindi la definizione del tariffario con l’approvazione di un ulteriore decreto ed un ennesima dilazione temporale. Tutto ciò premesso e consapevoli che per le patologie che vengono trattate in protonterapia è importantissimo non perdere tempo e che ci sono pazienti in attesa che potrebbero beneficiarne, si chiede all’assessore competente di verificare a che punto sia l’iter di inserimento e definizione delle tariffe delle prestazioni di protonterapia nei Lea e se può sollecitare affinché l’iter istruttorio sia concluso in tempi celeri.

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.