News immediate,
non mediate!

GPI * SANITÀ DIGITALE: « SOFTWARE PER TELEMEDICINA E CARTELLA CLINICA ELETTRONICA, ACCORDO QUADRO CONSIP DA 600 MLN »

Scritto da
15:15 - 25/11/2021

Il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa guidato da Gpi si è posizionato al primo posto nell’aggiudicazione di tutti e quattro i lotti applicativi della gara bandita da Consip, avente per oggetto l’Accordo quadro relativo alla “Sanità digitale – sistemi informativi clinico-assistenziali” per gli enti del Servizio Sanitario Nazionale. L’aggiudicazione è provvisoria: diventerà definitiva una volta maturate le condizioni temporali/normative previste in questo tipo di gare.

Questa “gara Paese” è la prima per valore e importanza a dare un forte impulso al settore della sanità digitale e seleziona i migliori operatori presenti sul mercato per competenze, tecnologie e capacità attuative.

L’importo dei lotti applicativi è di complessivi 600 milioni di Euro, inclusi 100 milioni di possibili estensioni, di cui 276 milioni di Euro dedicati al software per la Telemedicina (due lotti: Nord e Centro Sud) e 324 milioni di Euro dedicati al software per la Cartella Clinica Elettronica e all’enterprise imaging (sempre due lotti: Nord e Centro Sud).

In termini di valore, il Raggruppamento con a capo Gpi potrà beneficiare in parte di affidamenti prioritari. La quota del Raggruppamento riservata a Gpi è pari a circa il 37%.

L’Accordo quadro avrà una durata pari a 18 mesi, con possibilità di proroga fino a un massimo di 12 mesi in costanza di massimale. I singoli contratti attuativi avranno una durata massima di 48 mesi dalla data di stipula.
Il Raggruppamento guidato da Gpi SpA ha ottenuto il miglior punteggio per merito dell’offerta tecnica di alta qualità ed è composto da imprese di rilievo a livello nazionale e internazionale, da start up e da PMI innovative.

 

*

L’oggetto della fornitura
L’Accordo quadro prevede servizi di sviluppo, manutenzione, conduzione applicativa, oltreché infrastrutturali.
Per la Cartella Clinica Elettronica è prevista la fornitura di servizi per la gestione organica e strutturata dei dati riferiti alla storia clinica dei pazienti in regime di ricovero o ambulatoriale, che garantiscano il supporto dei processi clinici (diagnostico-terapeutici) e assistenziali, favorendo la continuità tra diversi episodi di cura dei pazienti (p. es. episodio di Ricovero Ordinario, Day Hospital, Day Service, accessi ambulatoriali). Il Gruppo Gpi è già presente con le proprie soluzioni di Cartella Clinica Elettronica in molte Regioni italiane, oltre che in Austria, Germania, Svizzera e Malta.

Per la Telemedicina saranno messi a disposizione servizi per lo sviluppo dell’Ecosistema Sanità con l’obiettivo di migliorare la fruibilità delle cure, la gestione delle diagnosi, l’assistenza e la consulenza medica a distanza.

La telemedicina è parte di una visione di Gpi più ampia, dedicata alla gestione Virtual Care, una proposizione che guarda alla sostenibilità complessiva dei sistemi sanitari e che combina sapientemente molteplici soluzioni, servizi, tecnologie e nuovi modelli organizzativi. Le soluzioni messe a punto dal Gruppo consentono l’erogazione di servizi di telemedicina e care management che garantiscono la continuità terapeutica e assistenziale, permettono anche la stratificazione della popolazione per livelli di rischio, consentendo l’inclusione dei pazienti in base a tali cluster. Nel corso del 2020 Gpi ha assistito più di 100.000 pazienti in tutta Italia con le proprie soluzioni di Virtual Care.

Ingenti risorse per finanziare il Sistema Sanitario Nazionale Italiano
Il Governo attraverso il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) e il Fondo complementare stanzia sulla “Missione 6 Salute” 18,5 miliardi di Euro con l’obiettivo di rafforzare la prevenzione e i servizi sanitari sul territorio, modernizzare e digitalizzare il sistema sanitario e garantire equità di accesso alle cure.

L’aggiudicazione dell’Accordo quadro Consip conferma il posizionamento del Gruppo Gpi tra i principali attori nel futuro della sanità digitale in Italia.

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.