News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

GARDA DOLOMITI SPA * STAY YOUNG: « CON GLI OPERATORI DEL TERRITORIO IL FOCUS PER IL DIVERSO POSIZIONAMENTO DELLA DESTINAZIONE, QUALITÀ DELL’OFFERTA SEMPRE PIÙ “GARDA TOURISM FACTORY“.

Scritto da
11.47 - venerdì 17 dicembre 2021

Stay Young, Garda Trentino lancia un nuovo stile di vacanza. Grande entusiasmo e interesse alla presentazione dell’ambizioso progetto condiviso da Garda Dolomiti S.p.A. con gli operatori del territorio per un diverso posizionamento della destinazione e una qualità dell’offerta sempre più Garda Tourism Factory.

Il presente e il futuro, tutto in due ore. Così una destinazione di successo come Garda Trentino, anziché fermarsi a celebrare i suoi numeri, si rimette in discussione, cerca un posizionamento più chiaro sul mercato turistico e avvia la costruzione di una nuova identità. Al Palacongressi di Riva del Garda, con un’altissima partecipazione da parte del pubblico (oltre ai molti collegati in diretta streaming sul canale Youtube dell’APT) Garda Dolomiti S.p.A. ha presentato ieri, giovedì 16 dicembre, la prima edizione di GARDA TOURISM FACTORY. La manifestazione – in collaborazione con la Cassa Rurale AltoGarda – Rovereto – diventerà di anno in anno un appuntamento fisso per discutere di tutto ciò che ruota attorno al mondo del turismo. Nel corso di questa prima serata sono stati presentati e commentati i risultati del percorso partecipato promosso dall’APT e condiviso con stakeholder, associazioni di categoria e amministratori locali, finalizzato a definire il nuovo posizionamento strategico del territorio.

“Il Garda Trentino è l’ambito più grande del nostro territorio ed è la porta del turismo nella nostra Provincia. Con questo progetto partecipato l’APT Garda Dolomiti dimostra il coraggio di rimettersi in gioco con il contributo di tutti”, il pensiero dell’Assessore al Turismo della Provincia Autonoma di Trento Roberto Failoni che ha introdotto la serata.

Il presente e il futuro, tutto in due parole: “STAY YOUNG”, declinando i concetti di “Keep moving” (tenersi in movimento), “Eat healthy” (mangiare sano), “Be curious” (essere curiosi) e “Learn to relax” (imparare a rilassarsi), i pilastri sui quali il Garda Trentino intende affermarsi come la best practice per chi desidera uno stile di vita attivo, salutare e stimolante che mantiene giovani tutto l’anno.

“Questo interessante percorso nasce anche perchè non possiamo pensare di essere una destinazione per tutti con il rischio della saturazione – ha spiegato il Presidente di Garda Dolomiti S.p.A. Silvio Rigatti -. Dobbiamo capire quale sia il nostro target e quindi dare vita ad un turismo di qualità, ovvero ciò che il nostro territorio merita”.

 

Garda Tourism Factory
Un progetto partecipato da 200 operatori locali, con oltre 1.800 turisti intervistati, 900 ore di studio e analisi, gruppi di lavoro e molto altro. Un lavoro poderoso attraverso il quale, per la prima volta, la destinazione si è messa in discussione. “Essere ben visibili e con un buon posizionamento è l’obbiettivo da cui è partito questo progetto – ha spiegato il Direttore di Garda Dolomiti S.p.A. Oskar Schwazer -. Essere un ‘brand forte’ vuole dire avere idee chiare, trovare soluzioni, gestire bene”.

Il presente e il futuro, tutto in quattro obbiettivi. “Con i sindaci del territorio ci siamo domandati cosa mancasse al Garda Trentino per diventare una destinazione top a livello europeo. Aumentare l’attrattività della destinazione, migliorare la redditività, valorizzare i prodotti e i servizi e canalizzare le energie verso una strategia comune sono le risposte che ci siamo dati”, ha spiegato Stefania Cimino consulente e partner dell’Institute Brand of Logic, spin-off dell’Università di Innsbruck, che dall’agosto 2020 ha coordinato lo sviluppo del progetto.

Per dare concretezza al percorso intrapreso, l’APT Garda Dolomiti, gli amministratori locali e i presidenti delle associazioni di categoria hanno tracciato un modello di governance per gestire e coordinare le oltre 120 azioni individuate per concretizzare l’identità futura del Garda Trentino.

Un programma articolato e ambizioso: dal tavolo dell’outdoor – con ulteriori gruppi di lavoro tematici quali bike, vela e altri – all’associazione albergatori per le regole dell’ospitalità, dalla valorizzazione dei prodotti enogastronomici alla conferenza dei sindaci per le misure green, dallo sviluppo del programma ‘Stay Young’ alla definizione del parco esperienziale per far conoscere agli ospiti anche l’entroterra.

L’organo principale di questo modello è la Conferenza del Turismo, il cui regolamento è stato sottoscritto in diretta al termine della conferenza, oltre che dal Presidente di Garda Dolomiti S.p.A. Silvio Rigatti, anche dal Sindaco di Riva del Garda Cristina Santi, dal Sindaco di Arco Alessandro Betta, dal Sindaco di Nago-Torbole Gianni Morandi, dal Sindaco di Tenno Gianluca Marocchi, dal Sindaco di Dro Claudio Mimiola, dal Sindaco di Drena Giovanna Chiarani, dal Presidente UNAT Enzo Bassetti, dal Presidente ASAT Petra Mayr e dal Presidente di Confcommercio Claudio Miorelli.

 

Failoni
Il presente e il futuro, tutto in una certezza. “L’APT Garda Dolomiti sta interpretando al meglio il ruolo che la Provincia ha disegnato attraverso la sua legge. Parlare di turismo vuol dire parlare di noi, disegnare il nostro domani. La qualità che vogliamo proporre deve essere quella delle nostre vite, solo così potremo consolidare il successo”, il commento dell’Amministratore Delegato di Trentino Marketing, Maurizio Rossini.

Nonostante questo nuovo stile di vita del Garda Trentino sia stato accolto con entusiasmo dal pubblico in sala “è fondamentale che quest’energia si fortifichi e venga trasmessa a tutti gli operatori del territorio. Solo facendo squadra e lavorando assieme con convinzione e passione possiamo davvero realizzare questa grande visione futura. Questa non è una sfida della sola APT, ma di tutto il Garda Trentino”, ha concluso il Presidente di Garda Dolomiti S.p.A.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.