Dichiarazione del Segretario Generale della Presidenza della Repubblica

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

A seguito della serata del 27 giugno 2019 realizzata a Nago Torbole dal titolo “ULTIMA CHANCE PER CHICO FORTI”, in ossequio al grande amore che Chico Forti aveva per l’Alto Garda, in cui sono stati proiettati alcuni video con novità di rilievo a discarico della posizione del surfer/imprenditore trentino ingiustamente detenuto nelle carceri USA da 20 annì, tra cui il servizio di giornalismo investigativo della CBS (rete americana) con sottotitoli italiani, sono sortiti in questi giorni alcuni lanci giornalistici di vari esponenti politici (tra cui il Ministro per i rapporti con il parlamento e la Democrazia Diretta on. Fraccaro) che chiedevano l’impegno dello Stato per risolvere una situazione incancrenita da troppi anni.

Per questo motivo gli stessi soggetti organizzatori rilanciano una serata “fotocopia” per il 6 settembre nella Sala Rosa della Regione TAA, Piazza Dante a Trento, a cui inviteranno tutti i consiglieri provinciali e regionali oltre alla cittadinanza auspicando che possa nascere una mozione che impegni il Governo provinciale/Regionale a sollecitare lo Stato/Governo nel muovere dei passi ufficiali nei confronti del governo degli USA (mai avvenuti).

Il Patrocinio è della Presidenza del Consiglio regionale, presidente Roberto Paccher che è molto vicino alla famiglia ed al “caso” da tempo.

Per memoria va ricordato che Enrico “Chico” Forti venne condannato all’ ergastolo senza condizionale, dopo un processo assolutamente indiziario e viziato da irregolarità (dichiarazione anche di avvocati americani oltrechè dello scomparso Sen. Ferdinando Imposimato, presidente emerito della Corte di Cassazione) per l’omicidio di Dale Pike con il cui padre, Forti stava trattando la cessione di un hotel a Ibiza (in realtà una truffa ordita ai danni di Forti). Unica cosidetta prova, un pugno di sabbia dentro il gancio di traino dell’auto di Forti della spiaggia in cui venne rinvenuto il cadavere, frequentata peraltro dai surfer e quindi anche da Forti…….si ascolteranno nel corso della serata testimonianze fortissime in merito all’accanimento giudiziario e della Polizia di Miami Dade che si fanno risalire al reportage di Forti sul suicidio (teorico) dell’omicida di Gianni Versace (Cunanan) che sembrerebbe la vera ragione di tutta la situazione. Lo stesso giudice nell’emettere la condanna affermò “non avendo prova alcuna che la identifichi quale responsabile dell’omicidio ho la sensazione che lei possa almeno essere l’ispiratore……,, ERGASTOLO SENZA CONDIZIONALE la pena!!!! Il tutto rimane allucinante a 20 anni di distanza!.

Forti perse tutto (lavoro, proprietà) inclusa la famiglia (moglie e 3 figli)!!! E da 20 anni attende che gli venga restituita la VITA.

Abbiamo trovato grande attenzione nel Presidente Roberto Paccher e proviamo a muovere la situazione partendo dal Trentino (Nago Torbole – Trento).

 

 

*

Stefano Chelodi