News immediate,
non mediate!

EUREGIOLAB: PROVINCIA TRENTO, INCONTRO ROSSI – FISCHLER PER FORUM EUROPEO ALPBACH

Scritto da
10:36 - 1/08/2017

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Il 20 agosto nella cittadina tirolese si parlerà di mobilità sostenibile. EuregioLab: incontro tra il presidente Rossi e il presidente del Forum di Alpbach Franz Fischler.

Prima tappa ieri in Trentino, in preparazione del Forum europeo di Alpbach del prossimo 20 agosto, di EuregioLab. Giunto quest’anno alla sua quarta edizione, EuregioLab è un gruppo di lavoro temporaneo – composto da ricercatori, studiosi, tecnici, imprenditori ed esperti dei tre territori – finalizzato alla riflessione su temi di attualità riguardanti l’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino.

Il presidente della Provincia autonoma di Trento, attuale presidente dell’Euregio Ugo Rossi ha incontrato nel corso della mattinata il presidente del Forum Franz Fischler, già ministro e commissario europeo dell’agricoltura, e il coordinatore del gruppo di lavoro Helmuth Moroder.

Al centro dell’appuntamento il tema affrontato quest’anno dall’EuregioLab, ovvero la “mobilità sostenibile nelle regioni alpine”, su cui verteranno le “Giornate del Tirolo”, con cui si apre il Forum europeo di Alpbach, a cui sono attesi quest’anno 5000 partecipanti e 700 relatori provenienti da 100 stati diversi.

Nel pomeriggio Fischler ha visitato la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, approfondendo la conoscenza del progetto “Environment, Food & Health (EFH)”, che coinvolge, sotto l’egida della Fem, nove centri di ricerca dell’Euregio.

“In autunno – ha detto Rossi – ho previsto un momento di confronto fra i nostri amministratori sul tema della mobilità intelligente e sulle opportunità in questo ambito che potrebbero venire dalla stessa Commissione europea. Mettere a fuoco questi temi ad Alpbach ci consentirà, io credo, di essere sempre più propositivi come Euregio”.

“Il tema generale del Forum di Alpbach – ha spiegato a sua volta Fishler – è: conflitto o cooperazione. Interverranno relatori di fama internazionale, fra cui il giudice londinese che ha ottenuto che la Brexit venisse discussa in Parlamento, il responsabile della campagna elettorale di Hillary Clinton, esponenti del mondo politico, religioso e scientifico, e molti giovani, anche dal Trentino.

Le Giornate del Tirolo, con cui tradizionalmente si aprono i lavori, saranno dedicati alla mobilità sostenibile, con riferimento anche alle zone periferiche”.

Moroder a sua volta ha brevemente illustrato il lavoro dei 38 esperti di EuregioLab: “Gli obiettivi sono già stati posti a livello internazionale – ha detto – e riguardano in particolare l’abbattimento del 40% delle emissioni di C02 nell’atmosfera.

Noi dobbiamo focalizzare l’attenzione sul come. Pertanto, abbiamo individuato quattro tematiche fondamentali e 16 tesi che verranno illustrate ad Alpbach. Nel 2026, quando sarà terminato il tunnel del Brennero, raggiungere questa regione in treno sarà una cosa molto ‘ambita. Ma non dobbiamo farci trovare impreparati.

Dobbiamo anzi diversificare ed accrescere la nostra offerta di mobilità, con proposte che possono andare dal car sharing alle nuove linee ferroviarie periferiche per raggiungere le valli laterali”.

La giornata è proseguita con la visita alla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, dove è stato accolto dal presidente Andrea Segrè. Nella sala specchi dell’ex monastero agostiniano è stata presentata l’attività dell’ente, con un focus specifico sul progetto che raggrupperà, sotto la guida della  Fem, nove centri di ricerca dell’Euregio in collaborazione con le tre Province e il Gect, per affrontare assieme temi legati all’invecchiamento della popolazione con un approccio multidisciplinare basato su ambiente, cibo e sostenibilità.

Il presidente Segrè ha illustrato anche l’attività del Centro Agricoltura Alimenti Ambiente e il Corso di laurea in viticoltura ed enologia.

All’incontro erano presenti  la dirigente del Centro Ricerca e Innovazione, Annapaola Rizzoli e il docente Fulvio Mattivi. “E’ stato un onore ricevere a San Michele l’ex Commissario Europeo Franz Fischler, oggi nel ruolo di presidente di Alpbach – ha detto Segrè – .

Gli abbiamo mostrato l’unicità della Fondazione e le sue eccellenze nell’ambito della consulenza, della formazione e della ricerca, soffermandoci sulla nostra valenza in ambito Euregio con il progetto EFH, in fase di partenza”.

 

 

*
EuregioLab

EuregioLab, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, è un “think tank” temporaneo finalizzato alla riflessione su temi di attualità riguardanti l’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. La programmazione delle “Giornate del Tirolo” – appuntamento fisso nella scaletta del Forum Europeo di Alpbach – è curata da un’apposita Commissione che sceglie ogni anno un tema diverso e invita una ventina tra esperte ed esperti provenienti dal mondo scientifico, economico e politico a elaborare in proposito un catalogo di idee, il quale viene poi presentato al pubblico e discusso con i Presidenti dei tre esecutivi in occasione delle “Giornate”.

EuregioLab 2017, organizzato congiuntamente dall’Ufficio dell’Euregio e dal Forum Europeo di Alpbach con il supporto degli atenei di Innsbruck, Bolzano e Trento, della Facoltà di Medicina di Innsbruck, dell’Accademia Europea di Bolzano e di Mci Management Center Innsbruck, ha affrontato sotto il coordinamento dell’ing. Helmuth Moroder il tema della “mobilità sostenibile nelle regioni alpine”. Il gruppo si è incontrato più volte per discutere ed elaborare un documento di lavoro che sarà presentato in occasione del Forum di Alpbach in programma il prossimo 20 agosto.

L’interrogativo di fondo col quale il gruppo si è confrontato, a partire dal primo incontro tenutosi presso l’Università di Innsbruck nel dicembre 2016, è il seguente: in che modo un’accorta interazione tra politiche di pianificazione territoriale, sviluppo economico, organizzazione dei servizi, gestione del tempo libero e impiego delle nuove tecnologie può favorire nelle regioni alpine una mobilità che si possa definire sostenibile e che raggiunga anche gli obiettivi previsti dall’Accordo di Parigi?

I membri di EuregioLab hanno pertanto individuato e approfondito – tenendo conto degli sviluppi in atto a livello globale – quattro tematiche destinate ad acquisire rilevanza per le regioni alpine in generale e per l’Euregio in particolare: opportunità e sfide della Galleria di base del Brennero; opportunità e sfide delle nuove tecnologie per la mobilità sostenibile; creare periferie vive e Governance per condividere le decisioni nell’Euregio. Su quest’ultimo punto in particolare si è concentrato il gruppo trentino guidato dal professor Bruno Zanon.

I prossimi appuntamenti di preparazione al Forum di Alpbach sono previsti per lunedì 7 agosto a Bolzano con il presidente Arno Kompatscher, Franz Fischler ed Helmuth Moroder e venerdì 11 agosto a Innsbruck con il presidente Günther Platter, Franz Fischler e Siegfried Walch.

 

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.