VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

ENERGIA ETIKA: FEDERCOOP, 15 MILA UTENTI HANNO ADERITO A OFFERTA LUCE E GAS

(Fonte: Ufficio stampa Cooperazione trentina) – Energia etika: in sei mesi già 15 mila adesioni. Cresce a ritmi sostenuti il primo e più grande gruppo di acquisto economico, ecologico e solidale di energia nato dalla cooperazione trentina con Dolomiti Energia. Il contratto si può fare in Famiglia Cooperativa: semplice come fare la spesa.

A sei mesi dal lancio, sono migliaia le persone che hanno scelto l’offerta luce e gas che fa risparmiare in modo reale e continuo nel tempo, producendo vantaggi ecologici e sociali per tutto il territorio.

Considerando il risparmio di anidride carbonica, è come se gli attuali aderenti al gruppo etika avessero piantato oltre 400 mila alberi.

Un consenso ben oltre le aspettative è quello raccolto in pochissimo tempo dal progetto etika, l’offerta luce e gas economica, ecologica e solidale dedicata ai soci delle Famiglie cooperative e ai soci e clienti delle Casse Rurali Trentine.

Il successo – spiegano i promotori (Cooperazione Trentina, Casse Rurali Trentine, Sait, Con.Solida e la coop sociale La rete) – è dovuto ad un insieme di fattori che rendono etika unica sul mercato.

Innanzitutto il risparmio economico reale: a differenza di molte altre offerte, lo sconto garantito rimane a due cifre anche dopo il primo anno (20% il primo, il 10 % dal secondo rispetto al prezzo dell’energia del Servizio di maggior tutela) cui si aggiungono ogni anno ulteriori bonus per i soci delle Famiglie Cooperative e delle Casse Rurali (10 giorni di energia elettrica e di 50 metri cubi di gas metano).

Etika inoltre ha azzerato tutta una serie di altre componenti di costo discrezionali sul mercato libero, spesso taciute dalle varie offerte commerciali, che finiscono per vanificare o ridurre in modo sostanziale lo sconto reale.

Oltre al vantaggio economico le persone hanno colto anche quello pratico dovuto alla semplificazione nelle modalità di adesione: fare il contratto per la fornitura di energia e di gas è diventato facile le come fare la spesa, basta infatti recarsi nel proprio punto vendita, compilare un semplice modulo di preadesione fornendo pochissimi dati al personale delle Famiglie Cooperative, al resto pensa “etika easy”, un team composto da operatori appositamente formati insieme a persone con disabilità.

Grazie alla gestione informatica con un software dedicato dopo pochi giorni il socio trova pronto il contratto da firmare che il team “etika easy” consegna poi a Dolomiti Energia che a sua volta attiva la fornitura con i prezzi scontati.

Energia sociale e ecologica: i vantaggi per il territorio e la comunità

A contribuire al successo di etika anche il fatto che è l’unica offerta ad unire al vantaggio economico sia benefici sociali che ecologici: senza spendere di tasca propria le persone possono con la loro scelta contribuire al benessere della propria comunità e del proprio territorio.

È infatti Dolomiti Energia a destinare 10 euro per ogni contratto luce o gas stipulato, e lo farà ogni anno. Il Fondo sociale creato dai partner per la realizzazione di soluzioni abitative e di opportunità di inclusione per persone con disabilità viene così alimentato in modo stabile e continuativo nel tempo.

La destinazione del Fondo solidale è presidiata da un comitato scientifico composto da Carlo Francescutti e Piergiorgio Reggio, esperti di fama nazionale che avranno il supporto organizzativo di Solidea, la non profit del movimento cooperativo.

Il Comitato che ha già redatto il “Manifesto culturale” con i principi di riferimento per i progetti per l’abitare autonomo e inclusivo a favore delle persone con disabilità, sta ora lavorando alle linee guida per la progettazione che conterranno i criteri e gli indicatori per valutare i progetti da finanziare attraverso etika.

Alla base di entrambi i documenti la convinzione – peraltro sancita come principio dalla Convenzione Onu dei diritti delle persone con disabilità – che vada garantita a tutti la possibilità di scegliere dove e con chi vivere.

La casa non è solo questioni di muri – sottolineano i due esperti – ma luogo in cui si intrecciano relazioni, per questo l’abitare va inteso come fatto sociale e in questo senso non può che essere un progetto collettivo che mette in gioco la comunità, comprese le istituzioni.

La scelta di aderire a etika da parte dei soci e i clienti del movimento cooperativo produce vantaggi per tutta la comunità anche sotto il profilo ambientale: etika infatti usa solo energia verde e certificata da fonti rinnovabili; se si considera che tra gli oltre 15.000 contratti già stipulati, 8.500 sono per l’energia elettrica i conti sono presto fatti: se si tiene conto del consumo medio famigliare che è di 2700 kWh e dell’anidride carbonica (CO2) emessa nel caso di approvvigionamento da fonti non green (352,4 gr di CO2 equivalente per ogni kWh consumato al contatore domestico), si può stimare un risparmio in termini di CO2 non emessa in atmosfera di oltre 8.000 tonnellate all’anno.

Considerando la capacità di assorbimento di anidride carbonica di un albero di medio fusto in ambiente urbano (circa 20 kg CO2 / anno), è come se gli attuali aderenti al gruppo etika avessero piantato oltre 400 mila alberi.”

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2017/05/etika_15-mila-adesioni_24maggio2017.pdf” title=”etika_15 mila adesioni_24maggio2017″]