Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Banca d’Italia) – Le condizioni dell’econo- mia globale sono legger- mente migliorate. Le pro- spettive rimangono tutta- via soggette a diversi fattori di incertezza; quelle degli Stati Uniti dipendono dalle politiche economi- che della nuova amministrazione, non ancora de nite nei dettagli: un impatto espansivo, al momento di di cile quanti cazione, può deri- vare dagli interventi annunciati in materia di po- litica di bilancio, ma e etti sfavorevoli potrebbe- ro derivare dall’adozione e dalla di usione di misure di restrizione commerciale. La crescita globale potrebbe essere frenata dall’insorgere di turbolenze nelle economie emergenti associate alla normalizzazione della politica monetaria statunitense. Pil dovrebbe essere aumentato dello 0,9 per cento nel 2016 (su dati corretti per il nume- ro di giornate lavorative); crescerebbe attorno allo 0,9 per cento anche nell’anno in corso e all’1,1 sia nel 2018 sia nel 2019.

 

 

In allegato le tabelle grafiche contenute nel comunicato stampa:

 

Bollettino Economico n. 1 – 2017