VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

DECRETO VACCINI: ARTIOLI, ZAIA IMPUGNA E NOI CHE SIAMO SPECIALI COSA ASPETTIAMO?

(Fonte: Elena Artioli) – Decreto vaccini: Artioli, Zaia impugna e noi che siamo speciali cosa aspettiamo? “Non siamo contrari alla prevenzione ma meglio informare i cittadini che spedirli davanti alla Corte del Tribunale dei Minori” – spiega la Consigliere provinciale Elena Artioli che ritorna sul decreto n. 73 dello scorso 7 giugno che ha introdotto l’obbligatorietà di 12 vaccinazioni entro i primi 16 ani di vita.

“Ho chiesto al Presidente della Provincia Arno Kompatscher di fare come in Veneto e invitare Luca Zaia, a Bolzano, a fare una conferenza stampa insieme contro il provvedimento romano.

Ricordiamo – sottolinea Artioli – che il Veneto è una Regione a Statuto ordinario e mi chiedo come mai la nostra Provincia speciale sia ancora ferma a guardare.

Il Governatore del Veneto Luca Zaia ha deciso di impugnare il decreto sull’obbligo di vaccinazione e nel frattempo Elena Artioli annuncia di avere già fissato insieme al Collega Andrea Poeder una data a Roma per verificare ogni passo che in Parlamento porterà il decreto a diventare legge.

“Serve capire che spazi di manovra abbiamo in Provincia ma anche muoversi nella Camera più alta del Parlamento perché il provvedimento cadrà anche sulla nostra testa. Ho scritto al Presidente Arno Kompatscher per conoscere come è intenzionata a muoversi la giunta provinciale.

Intanto io mi muoverò a Roma per comprendere meglio come si andrà avanti e fino a dove arrivino le competenze secondarie della nostra autonomia in materia di salute.

Artioli ha depositato insieme al Collega Andreas Poeder una mozione che impegna la giunta provinciale a verificare ogni possibile spazio di manovra per evitare le conseguenze coercitive del decreto sulle famiglie.

Insieme al Collega Poeder abbiamo avanzato nei lavori dell’aula una mozione che sarà possibile discutere, però, solo a fine giugno.

“E’ gravissimo – rimarca Artioli – che i bambini vengano segnalati al Tribunale dei Minori anche per un solo vaccino mancante e che un tale dispositivo dilegge preveda delle multe che possono aggravare situazioni familiari magari già compromesse economicamente.

La Giunta regionale del Veneto ha dato mandato all’Avvocatura regionale per predisporre provvedimento di impugnativa del decreto n. 73 dello scorso 7 giugno che ha introdotto l’obbligatorietà di 12 vaccinazioni entro i primi 16 ani di vita. Lo ha comunicato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Si tratta come tutti ben sanno di una Regione a statuto ordinario. E mentre il Veneto si muove la nostra autonomia che fa?