VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

DE BERTOLDI (FDI) * RIVOLTA CARCERE SPINI DI GARDOLO: « IL MIO PENSIERO ASSIEME AL MIO PLAUSO VA ALLE FORZE DELL’ORDINE »

A proposito di quanto avvenuto nella giornata di ieri a Trento, sebbene impegnato nella “battaglia” al Senato per la discussione della Manovra Finanziaria per il Paese, il mio pensiero assieme al mio plauso va alle Forze dell’Ordine, di ogni ordine e grado, che ancora una volta a Trento, impegnati come sono ogni giorno in una ben più pericolosa e vera battaglia, hanno saputo intervenire con fermezza, mettendo fine alla rivolta nel carcere di Trento.

Il pensiero ci ha riportato, nello stesso mese di Dicembre, a 48 anni fa, a quella rivolta a Trani che ha visto per la prima volta l’intervento degli uomini deI Carabinieri del Gis.

Ieri a Trento, grazie al pronto intervento delle Forze dell’Ordine, l’incendio appiccato dai detenuti, ha limitato i danni al ferimento di un solo Agente (mentre altri sei intossicati sono rimasti intossicati). A essi va il mio migliore augurio per una pronta guarigione, assieme a un ringraziamento per il loro coraggio nel domare una rivolta che poteva sfociare in una clamorosa e pericolosa evasione.

Mi preme sottolineare come, oggi come 48 anni fa, l’intervento dello Stato e delle Autorità sia stato pronto e inflessibile, a garantire quella sicurezza, oggi come allora, sempre più richiesta dai cittadini.

Per carità di Patria stendiamo un velo pietoso su buonisti e esponenti di quelle forze politiche che, sino a ieri al governo anche in Trentino, si sono precipitati ad assicurarsi delle condizioni dei detenuti, invece che di coloro che proteggono gli onesti cittadini, proprio da coloro e non solo, che nei carceri scontano il loro debito con la società. Forse è il caso, riprendendo la conclusione dell’augurio apparso oggi su un quotidiano in Trentino, “Natale è il momento di aprire gli occhi non per chiuderli”, che anche altri vengano aperti sulla realtà dei fatti. Quegli dei cittadini, come abbiamo già un paio volte avuto modo di vedere quest’anno anche in Trentino, lo sono già stati. L’auspicio, per l’Anno Nuovo, è che anche altri li seguano.

*
Andrea de Bertoldi
Senatore Fdi Collegio di Trento