News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

DALZOCCHIO (LEGA TRENTINO) * VALDASTICO: « DA PARTE DEL CONSIGLIERE MANICA E DAL SINDACO VALDUGA CRITICHE IDEOLOGICHE E PROCESSI ALLE INTENZIONI »

Scritto da
12.49 - venerdì 04 marzo 2022

“Registro con una nota di disappunto le prese di posizione contrarie alla Valdastico (anche se non sono certo una novità), diffuse nelle scorse ore dal collega Consigliere Alessio Manica e dal Sindaco di Rovereto Francesco Valduga, i quali – oltre ad esserlo per via della stessa appartenenza d’area politica, quella del centrosinistra – sono accomunati anche da una contrarietà a tale opera a mio avviso ideologica e priva di basi convincenti.

Iniziando con il collega del Pd, non posso non constatare il nervosismo che gli ha fatto parlare di «numeri in libertà», con riferimento allo studio di consulenza PwC Italia sui consistenti benefici che avrebbe tale opera. Sembra infatti quasi che il Consigliere consideri fondati solo i rilievi e gli studi critici sulla Valdastico, mentre quelli di altro tenore sono automaticamente carta straccia.

Francamente – e lo dico con rispetto – non mi pare un modo serio di ragionare. Allo stesso modo, fatico a comprendere le uscite del Sindaco Valduga che, anche in seno al Consiglio delle autonomie locali, ha agitato lo spauracchio di rischi ambientali sulla base di una sola perizia – che, a quanto pare, dovremmo prendere come fosse il Vangelo – e, soprattutto, quando il progetto dell’opera non è ancora stato stabilito.

C’è di più. Per quanto, per scopi palesemente elettoralistici, si tenti di raccontarla in modo diverso – quasi i cantieri per tale opera dovessero aprire da un momento all’altro – la Provincia e il Consiglio provinciale non solo non hanno ancora definito un progetto specifico, ma hanno approntato un Documento preliminare all’adozione di una variante al Piano Urbanistico Provinciale (PUP) che, se letto con attenzione, riserva delle sorprese.

Infatti in tale Documento ci sono ampi richiami alla «protezione ambientale». Ecco che allora quando sollevano questo problema con toni polemici e fortemente allarmati Manica, Valduga ed altri come loro, compiono una operazione intellettualmente scorretta, che non fa onore anzitutto alla loro intelligenza. E che si spiega solo se inquadrata in un tentativo di iniziare a «scaldare i motori» elettorali in vista delle elezioni provinciali dell’autunno del 2023 che alcuni, a quanto pare, non vedono l’ora che arrivi”,

È quanto affermato in una nota dalla Capogruppo in Consiglio della Lega Salvini Trentino, Mara Dalzocchio

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.