News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CRTCU TRENTO * AUTO: « DAL 15 NOVEMBRE OBBLIGO DI PNEUMATICI INVERNALI O CATENE A BORDO, I CONSIGLI PER L’ACQUISTO ED IL CHECK-UP DELLE GOMME »

Scritto da
16.01 - mercoledì 10 novembre 2021

Dal 15 novembre obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo. A cosa fare attenzione?

Dal prossimo 15 novembre, come ogni anno, scatta l’obbligo del cambio gomme invernali (o delle catene da neve a bordo). In realtà, il Codice della Strada non prevede automaticamente l’obbligo del cambio pneumatici ma lascia che siano gli enti proprietari o gestori delle strade a deliberarlo, in base alle caratteristiche delle strade (e delle autostrade) di competenza e alle condizioni climatiche del territorio.

In Trentino-Alto Adige pertanto, avremo praticamente sempre l’obbligo di gomme invernali o catene bordo tra il 15 novembre e il 15 aprile di ogni anno (ed in alcuni casi anche per periodi più estesi). Gli esperti però concordano: solo le gomme invernali garantiscono sicurezza! Già ad una temperatura di 7 gradi sopra lo zero, infatti, le gomme invernali sono più sicure, in quanto offrono più aderenza grazie alla loro speciale composizione, quando invece decidiamo di montare le catene da neve potrebbe essere già tardi o difficoltoso.

Indipendentemente da questa previsione temporale, cioè se al di fuori di questi periodi dovesse nevicare, l’obbligo varrà dal momento in cui i cartelli vengono apposti lungo le strade e pertanto a prescindere da una data certa; le segnaletiche sono composte da un cartello blu rotondo (indicante un obbligo) e da una targhetta aggiuntiva. Il segnale mostra una gomma invernale, sulla targhetta si legge “in caso di neve o ghiaccio”.

Per garantirsi un viaggio senza rischi e anche per risparmiare è comunque buona prassi quella di consultare test comparativi sull’argomento prima di procedere all’acquisto, avendo cura di richiedere sempre più di un’offerta presso diversi esercenti.

 

*

Ecco i consigli del CRTCU per l’acquisto e il check-up delle gomme invernali:

1. I test che possiamo trovare sui siti delle associazioni dei consumatori o delle riviste specializzate possono aiutarci a scegliere meglio.

2. Chiediamo più preventivi e confrontiamo i prezzi (anche per il montaggio e lo smontaggio degli pneumatici).

3. Tutte e quattro le ruote vanno attrezzate con gomme invernali (caratterizzate dalla sigla M+S, che significa fango e neve in inglese). Se il profilo si abbassa a meno di 4 mm, si perde aderenza al suolo, cosa che rende necessario il cambio.

4. La durata degli pneumatici può variare dai 4 anni a tempi decisamente maggiori. Risultano fattori importanti la pressione delle gomme (+0,2 bar per quelle invernali) e la conservazione (con +0,5 bar, puliti, asciutti, all’ombra, sul copertone, sul fianco oppure appesi).

5. Età/data di produzione: sul fianco dei pneumatici trovate un ovale con un numero a 4 cifre. 3217 significa ad esempio che lo pneumatico è stato prodotto nella 32esima settimana dell’anno 2017;

6. Ricordiamo che l’associazione europea dei produttori di pneumatici (ETRTO) ha stabilito che pneumatici conservati seguendo le raccomandazioni UNI 11061 sono da considerarsi pari al nuovo fino a tre anni dalla data di produzione. Consigliamo comunque di controllare la data produzione prima dell’acquisto per non avere un prodotto già eccessivamente “vecchio”.

7. Gli organi di polizia stradale possono verificare il rispetto delle norme e in caso di mancanza o inefficienza di pneumatici invernali o di catene, possono procedere a multa da 87 a 344 euro e anche oltre, in alcuni casi. Restano inoltre fermi i poteri degli organi di polizia stradale di non far proseguire il viaggio fino a quando non se ne siano dotati oppure, possono provvedere anche al fermo macchina.

8. L’obbligo di montare gomme invernali o catene da neve, non si applica ai ciclomotori e motocicli anche se comunque in caso di neve e ghiaccio non possono circolare.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.