News immediate,
non mediate!

COPPOLA (EUROPA VERDE – TRENTINO) * PUBBLICO IMPIEGO: « MANCATO RINNOVO DEI CONTRATTI, IL PRESIDENTE FUGATTI RISPEDISCE AL MITTENTE LE LEGITTIME ASPETTATIVE »

Scritto da
16:39 - 3/11/2021

Europa Verde del Trentino prende atto con stupore e grande rammarico che ancora una volta le lavoratrici e i lavoratori del Pubblico Impiego si trovano a fare i conti con l’ennesimo riscontro negativo da parte del Presidente Fugatti, che rispedisce al mittente le legittime aspettative sul rinnovo del loro contratto di lavoro. Dopo una recente apertura che faceva ben sperare ora Fugatti afferma di voler saltare di pari passo il triennio 19/21.

Tutto ciò ha dell’ incredibile perché il comparto pubblico, unico caso in Italia, vede lesi i propri diritti lasciando pensare che questo importante settore, persone non numeri, non sia al centro della considerazione di questo governo provinciale. Ciò avviene nonostante proprio a queste persone e alle loro importanti professioni si debba davvero molto grazie all’ impegno profuso durante la pandemia da Covid 19.

Parliamo di sanità, scuola, formazione professionale, ricerca. Eppure le annunciate nuove risorse economiche che vanno a vivificare il bilancio provinciale facevano ben sperare e in questo senso si era espresso il presidente della Provincia Autonoma di Trento. Che cosa è successo? Perché si decide ancora di umiliare, svalorizzandole, queste categorie professionali? Quanto vale il loro lavoro? Quanto sono importanti a livello sociale ed economico, per la qualità della vita dei cittadini trentini, sanità, istruzione e formazione? E perché la pubblica amministrazione deve continuare a subire, oltre allo stigma dell’ essere considerati dei “privilegiati”, anche quello di sentirsi irrilevanti per il decisore politico? E certo non sarà una soluzione una tantum, un contentino che esula dalla contrattazione e dalle sue regole, a garantire equità e giustizia.

Chi deve assicurare servizi non può continuare a sentirsi e a essere percepito come l’ ultima ruota del carro! La questione salariale deve valere per loro come per tutti gli altri lavoratori e lavoratrici. È giunta l’ora di chiudere questa partita restituendo loro la dignità salariale, che non è un optional ma un diritto.

 

*
Lucia Coppola
Portavoce di Europa Verde – Verdi del Trentino
consigliera provinciale Gruppo Misto – Europa Verde

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.