VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

COPPOLA (EUROPA VERDE) – INTERROGAZIONE * SANITÀ TRENTINA: « QUANTI DIRIGENTI MEDICI HANNO CHIESTO DI USUFRUIRE DELLA LEGGE PER PROROGARE FINO A 70 ANNI L’ATTIVITÀ? »

In tempo di emergenza Covid, fino al 31 dicembre 2022, tutti i dirigenti medici del Servizio Sanitario Nazionale possono presentare, a prescindere da quanti siano gli anni di lavoro effettivo già maturati, domanda di trattenimento in servizio anche oltre il limite del quarantesimo anno di servizio, e comunque non oltre il settantesimo anno di età. Gli interessati devono però farne esplicita richiesta all’amministrazione sanitaria di appartenenza. La modifica consente, da un lato di sopperire alle carenze di organico nel comparto sanitario laddove vi è carenza di dirigenti medici, dall’altro di permettere a chi vuole di continuare a lavorare nelle strutture sanitarie e ospedaliere anche dopo aver raggiunto i 40 anni di servizio.

Mancano i medici: negli ospedali e sul territorio. E non sempre è facile trovare un medico pronto a sostituire il collega in procinto di andare in pensione. Inoltre vi possono essere medici con elevata professionalità la cui sostituzione può creare per l’utenza una diminuzione dell’efficenza ed efficacia curativa.

Pare che alcuni dirigenti medici dell’Apss abbiano chiesto di poter usufruire della possibilità di prorogare il termine della pensione, ottenendo un netto diniego da parte dell’Azienda.

 

*

Tutto ciò premesso interrogo il Presidente della Provincia per sapere:

quanti dirigenti medici e di quali unità operative sono andati o andranno in pensione entro il 31 dicembre 2021;

quanti dirigenti medici hanno chiesto di poter usufruire della legge che permette di prorogare fino ai settanta anni l’attività lavorativa a prescindere dai contributi pensionistici prestati;

quante richieste sono state accettate e quante sono state respinte;

le motivazioni che hanno portato l’Azienda sanitaria a respingere le eventuali richieste;

se, ove è stata respinta la richiesta, la mancata proroga del periodo lavorativo al dirigente sanitario abbia comportato danni alla funzionalità del reparto.

 

*

Cons. Lucia Coppola

consigliera provinciale/regionale Gruppo Misto/Europa Verde