News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

COPPOLA (EUROPA VERDE) – INTERROGAZIONE * OSPEDALE DI ARCO (TN): « CARENZE DI PERSONALE AL PRONTO SOCCORSO, LA PAT È A CONOSCENZA DI TALI CRITICITÀ? » 

Scritto da
15.44 - giovedì 19 agosto 2021

Lo scorso maggio l’allora direttore generale dell’Apss e l’assessora alla salute, nel corso di un incontro con il Consiglio per la salute della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro, di fronte ai Sindaci e agli amministratori, hanno confermato tutti gli investimenti sull’ospedale di Arco, dal potenziamento del pronto soccorso, al reparto di pneumologia e anestesia e al centro di procreazione assistita.

Leggo oggi sulla stampa dei forti disagi presso il pronto soccorso dell’ospedale di Arco legati alle lunghe attese dei pazienti. Ovviamente siamo in alta stagione turistica, il periodo estivo vede quintuplicare la popolazione rispetto a quello invernale.

Il responsabile del Pronto soccorso di Arco ammette che esiste un problema di affollamento, che attualmente i medici sono sei, uno in meno dell’organico e che il problema della carenza dei medici è nazionale.

Mi è giunta voce che non si tratta solo di carenza di medici. Gli infermieri e gli OSS lamentano un carico di lavoro molto pesante ed hanno chiesto, anche recentemente, un potenziamento. Infatti l’aumento della popolazione nel periodo estivo, l’impegno a fronteggiare l’emergenza Covid, il carico di lavoro sul personale infermieristico di turno per eseguire di notte le analisi di laboratorio urgenti rendono molto pesante il lavoro e di conseguenza difficile garantire servizi di alta qualità e soprattutto sicuri.

Tutto ciò premesso interrogo il Presidente della Provincia per sapere:

se sia a conoscenza delle criticità che presenta il Pronto Soccorso di Arco soprattutto in questo periodo estivo, per la mancanza di un medico nell’organico e per il carico di lavoro eccessivo su infermieri e OSS;

se, facendo seguito alle rassicurazioni espresse a maggio dall’assessora alla salute e dall’allora direttore generale dell’Apss, si intenda dare una risposta immediata alle richieste dei lavoratori del pronto soccorso arcense, potenziando il personale medico, infermieristico e OSS, rendendo meno pesante il loro carico di lavoro e dando risposte efficaci al bisogno di assistenza e cura dei cittadini;

il tempo medio di attesa al pronto soccorso di Arco dal primo gennaio 2021 ad oggi suddiviso per codice di accesso;

a che punto è l’annunciato progetto dell’amministrazione provinciale di istituire un’unità di neurochirurgia all’ospedale di Arco, nato dalla presa d’atto che gli spazi di quella di Trento risultavano ormai insufficienti a coprire le richieste;

a che punto è il “percorso” annunciato e intrapreso per verificare la fattibilità dell’apertura del punto nascite di Arco.

 

*

Cons. Lucia Coppola

Consigliera provinciale/regionale Gruppo Misto/Europa Verde

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.