News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

COPPOLA (EUROPA VERDE – TRENTINO) * COVID – DICHIARAZIONI GARANTE MINORI: « SI ADDENTRA IN VALUTAZIONI IMPROPRIE E INOPPORTUNE, IN PALESE DISSENSO CON LE DECISIONI ASSUNTE DAL GOVERNO NAZIONALE E LOCALE »

Scritto da
17.26 - giovedì 11 novembre 2021

Europa Verde del Trentino non condivide il messaggio lanciato dal Garante dei Minori, dottor Fabio Biasi, che ben oltre quanto sarebbe consentito dal ruolo da lui ricoperto, si addentra in valutazioni improprie e inopportune, in palese dissenso con le decisioni assunte dal governo nazionale e locale circa la gestione della pandemia da Covid 19. Le sue riflessioni non tengono conto infatti né dell’alta contagiosità della Variante Delta, né del fatto che attualmente oltre il 20 per cento dei contagiati si trova nella fascia relativa all’ infanzia e all’ adolescenza.

Né del fatto che anche tra loro ci sono stati casi che hanno richiesto l’ ospedalizzazione e in qualche caso pure il ricorso alla terapia intensiva e il decesso. È incredibile peraltro che ci sia ancora qualcuno che ritiene questo vaccino sperimentale, fingendo di ignorare che da anni la ricerca sta lavorando su vaccini che consentano di tutelarsi dalle epidemie di Sars.

Cosi come non si ritiene minimamente di considerare i dati statistici relativi al numero di contagiati, di ricoverati in ospedale o in terapia intensiva, di deceduti nello stesso periodo dello scorso anno, quando il vaccino non c’ era, confrontandoli con quelli attuali. Infatti il gran numero di vaccinati tutela anche i non vaccinati. Tutti noi, pur con le dovute accortezze, stiamo conducendo una vita sociale, familiare e lavorativa più che accettabile.

Un governo responsabile si prende cura dei suoi cittadini, fra tutti i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze. E lo fa in primis tutelando la loro salute e quella degli adulti con cui convivono e si interfacciano, familiari e insegnanti. Fortunatamente sia le famiglie che gli insegnanti, e sono l’ 85 per cento degli abitanti del Trentino, hanno dimostrato senso di responsabilità, buonsenso, generosità nei confronti di tutti. In particolare dei più fragili, degli immuno- depressi, di coloro che il vaccino non lo possono fare.

Le scuole sono luoghi chiusi e molto affollati, il virus è ancora attivo e avanza velocemente. Basta vedere i dati europei e le misure drastiche di contenimento che stanno assumendo. Mascherina, lavaggio mani e distanziamento, il vaccino diventano perciò strumenti indispensabili.

Un organo di garanzia che si rispetti avrebbe dovuto mostrare maggior attenzione al ruolo ricoperto, lasciando fuori da questa presa di posizione istituzionale le sue legittime opinioni. Ci sentiamo di ringraziare tutti coloro che si stanno prendendo cura della salute dei minori (i quali si stanno dimostrando molto più maturi e informati di molti adulti), che fanno sacrifici ben sapendo che servono a tutelare la salute dei loro nonni e degli adulti che frequentano, oltre alla loro.

Il cosiddetto “Post Covid”, ci dicono le statistiche, non è una passeggiata per nessuno, neanche per i più giovani. Per tutte queste ragioni inviare messaggi destabilizzanti e fuorvianti non è certo il modo migliore per interpretare un ruolo di garanzia. L’auspicio è che ciascuno di noi continui ad affidarsi alla scienza e al rispetto della Costituzione che mette al centro il diritto alla salute, di cui chi governa è diretto responsabile.

 

*

Lucia Coppola

portavoce di Europa Verde del Trentino
consigliera provinciale Gruppo Misto/Europa Verde

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.