VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

COPPOLA E GHEZZI (FUTURA) – INTERROGAZIONE * ABBANDONO RIFIUTI SULLE STRADE: « SI INTENDE PREPARARE CON I COMUNI NUOVE STRATEGIE COMUNICATIVE E INFORMATIVE RISPETTO A QUELLE GIÀ IN ESSERE? »

Interrogazione a risposta immediata. L’ abbandono abusivo di rifiuti sulle strade è una deprecabile abitudine, purtroppo diffusa anche sul nostro territorio provinciale, che causa un grave degrado ambientale nonché disagio per la popolazione.

Troppi sacchetti di rifiuti abbandonati nei centri abitati ma anche nelle nostre campagne e nei boschi. A chi non capitato di scorgere lungo le scarpate, lavatrici, pezzi di mobilio, elettrodomestici e quant’altro. Un odioso malcostume alla base del quale c’è una sconcertante mancanza di senso civico e di rispetto del territorio.

Sono molte le lamentele e denunce su questi comportamenti incivili, l’ultima delle quali è riportata dal quotidiano Trentino in data odierna e si riferisce all’abbandono di immondizie lungo le zone a corona del centro della città di Rovereto.

Gli enti pubblici trentini hanno lanciato diverse campagne di sensibilizzazione dei cittadini verso le buone pratiche di raccolta differenziata, che mirano a trasmettere un messaggio di impatto, diretto e immediato che scoraggi i cittadini da un comportamento lesivo dell’ambiente e della comunità.

Alcune province italiane hanno provveduto all’ istituzione di un numero verde, a cui i cittadini possono rapidamente ed agevolmente rivolgersi per segnalare le situazioni di degrado e di abbandono dei rifiuti lungo le strade. La Provincia a quel punto si troverebbe a svolgere un ruolo di cabina di regia per smistare le segnalazioni e farle pervenire nelle opportune sedi. La competenza sul decoro delle strade provinciali è a carico della Provincia per la generalità delle tratte, ma dei singoli Comuni per quel che riguarda le tratte urbane dei centri abitati. L’istituzione del numero verde potrebbe costituire una risposta efficace per rendere più organici e sistematici gli interventi di pulizia, ripristino del decoro e contrasto all’abbandono dei rifiuti.

Si potrebbe pensare ad una app oppure ad un contatto wathsapp o telegram che permetta di mandare anche le immagini semplificando così il lavoro degli addetti alla raccolta dei rifiuti e dei cittadini stessi che troppe volte rinunciano a rivolgersi a Comune e Vigili asportando in proprio i rifiuti lasciati da persone incivili.

 

*

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

1. se intenda concertare con i Comuni del Trentino nuove strategie comunicative e informative rispetto a quelle già in essere, per disincentivare il malcostume dell’abbandono dei rifiuti sulle strade provinciali, comunali e nelle campagne;

2. se ritenga che l’istituzione di un numero verde che semplifichi l’attività di denuncia dei cittadini, come già attuato da altre amministrazioni italiane, sia una strada percorribile;

3. se ritenga, in accordo sempre con i Comuni, di monitorare le segnalazioni ricevute per intensificare i controlli nelle aree che saranno individuate come problematiche;

4. se intenda intensificare le campagne di sensibilizzazione alla tutela dell’ambiente e rispetto del territorio all’interno delle scuole trentine in modo da formare futuri adulti dotati di senso civico.

 

*

Cons. Lucia Coppola

Cons. Paolo Ghezzi