News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * VISITE GUIDATE – INCONTRI CON LE SCUOLE: KASWALDER, « L’OBIETTIVO È FARE SÌ CHE LE NUOVE GENERAZIONI SI SENTANO LEGATE ALL’AUTONOMIA »

Scritto da
16.32 - martedì 24 agosto 2021

Il Consiglio provinciale di Trento ha comunicato questa mattina – con una conferenza stampa a palazzo Trentini – che è pronto a ripartire determinato per un altro anno scolastico di intense relazioni con gli istituti e con i ragazzi. L’obiettivo della Presidenza è dichiarato: contribuire concretamente a far conoscere l’autonomia speciale del Trentino, le sue istituzioni democratiche, la specifica realtà e il ruolo centrale del Consiglio, che è l’assemblea elettiva e il massimo luogo di confronto dialettico tra le forze politiche espresse dai cittadini. Solo per questa via sarà possibile – afferma il presidente Walter Kaswalder – far sì che le nuove generazioni si sentano davvero legate all’Autonomia e ne difendano e costruiscano poi lo sviluppo futuro.

A occuparsi di questo programma formativo – coerente con gli spazi didattici che le scuole devono riservare alla materia dell’educazione alla cittadinanza – è un team interno all’ufficio stampa consiliare, che ha intessuto anche una serie di relazioni con soggetti esterni particolarmente qualificati: Museo storico del Trentino, Fondazione trentina Alcide De Gasperi, Scuola di preparazione sociale, Rete delle riserve del Brenta, Forum trentino per la pace, Europe Direct Trentino, Autorità per le minoranze linguistiche. Collabora anche il Servizio legislativo dello stesso Consiglio provinciale.

La proposta – che verrà comunicata tra pochi giorni alle scuole e ai docenti trentini – prevede anzitutto la modalità dell’incontro in videoconferenza, sperimentato con successo nell’annata 2020/2021, con ben 2.109 studenti e 123 classi coinvolti. Potranno aderire – iscrivendosi su piattaforma web dedicata, all’interno del sito internet del Consiglio – le V classi di scuola elementare e tutti i livelli di scuola media inferiore e superiore.

L’incontro prevederà sempre un inquadramento generale e un modulo di approfondimento, da scegliere tra 9 proposti. Il fil rouge che lega tutti i moduli è ispirato all’evento del 2022, il 50° dal Secondo Statuto di Autonomia del Trentino, la carta che ha dato centralità alle Province di Trento e di Bolzano rispetto all’ente Regione Autonoma.

Le scuole aderenti potranno scegliere di fermarsi qui oppure – pandemia permettendo – procedere a un secondo step, che sarà costituito dalla visita guidata, in presenza, ai luoghi dell’autonomia, a Trento oppure a Pieve Tesino (museo degasperiano). Il Consiglio provinciale sosterrà le spese di trasporto dei gruppi.

Un terzo e ultimo step che potrà essere percorso avrà natura laboratoriale e sarà sviluppato in particolare raccordo con il Comitato che cura le celebrazioni del 50° del Secondo Statuto, coordinato da Giuseppe Ferrandi. Gli istituti scolastici, opportunamente assistiti e orientati, potranno giungere ad elaborare una concreta proposta di azione della Provincia Autonoma in una materia di sua competenza, con riguardo agli orientamenti dell’Agenda 2030.

L’informativa di dettaglio arriverà dunque a breve nelle scuole e incontrerà un corpo docente già sensibilizzato al tema: Iprase – in collaborazione con il Consiglio provinciale – ripropone infatti per settembre il corso di aggiornamento sperimentato l’anno scorso e mirato ad attrezzare gli insegnanti sui temi storici e giuridici dell’autonomia speciale.
Nella conferenza stampa di stamane, il presidente Kaswalder ha detto di credere fortemente nel progetto complessivo e nella sua valenza strategica per il futuro. A rappresentare il Comitato per il 50° dello Statuto c’era poi la dirigente Pat Valeria Placidi, che ha spiegato come stia entrando nel vivo un articolato programma, sviluppato – in funzione non solo celebrativa, ma più ampiamente culturale – fino alla Giornata dell’Autonomia del settembre 2022.

Luca Zanin, Rodolfo Ropelato e Anna Eccher (Ufficio stampa) sono entrati invece nel merito operativo del programma di incontri del Consiglio con le scuole. Nove – ha spiegato Ropelato – sono i moduli di approfondimento, con l’autonomia traguardata da diversi punti di vista: la figura di Degasperi, l’arte di sala Depero, la Costituzione repubblicana, la cornice europea, i diritti umani, la storia delle istituzioni autonomistiche, la tutela ambientale, le dinamiche di funzionamento dell’autonomia trentina, le minoranze linguistiche.

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

 

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.