PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (12ma puntata format Tv)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Ufficio stampa Consiglio Pat) – Prime audizioni in V Commissione sulla riforma della cultura proposta dall’assessore Mellarini. Il Castello del Buonconsiglio chiede un polo dedicato o un “polo della civiltà trentina”, rifiutando l’aggregazione con la Fondazione Museo storico di Trento. La controversa questione dei poli museali ha animato le consultazioni avviate oggi dalla Quinta Commissione, guidata da Lucia Maestri (Pd), sulla riforma della cultura proposta nel disegno di legge 162 dall’assessore Mellarini. Il testo della Giunta prevede di modificare le normative provinciali riguardanti le attività culturali (2007) e i beni culturali (2003). Per lo più positive le valutazioni emerse eccetto che dal Buonconsiglio. Il castello, con la direttrice Laura Dalprà e il comitato scientifico, contesta infatti la sua collocazione nello stesso polo della Fondazione museo storico di Trento e chiede un quinto polo dedicato oppure di creare un “polo della civiltà trentina” nel quale inserire anche il museo diocesano. Sempre in tema di cultura la Quinta Commissione esaminerà anche il disegno di legge 135 proposto da Lorenzo Baratter (Patt) per la promozione e la tutela del patrimonio dialettale del Trentino.

 

 

In allegato il comunicato stampa:

Riforma cultura prime audizioni

 

 

In allegato i documenti contenuti nel comunicato stampa:

Le osservazioni del Muse

 

Le osservazioni della Fondazione Degaspseri

 

Le osservazioni del Centro di documentazione di Luserna