PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 14)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Manovra finanziaria. Lavori sospesi per un confronto su emendamenti e ordini del giorno. Il Consiglio provinciale ha ripreso nel pomeriggio la discussione generale al disegno di legge 21, l’assestamento di bilancio della Provincia per gli esercizi finanziari 2019-21. Dopo l’intervento di Degasperi e un rilievo del consigliere Zeni -che ha chiesto conto di alcuni documenti approvati nel febbraio scorso con la condizione che ci sarebbe stata una valutazione di approfondimento in occasione di questo assestamento, l’assessora Giulia Zanotelli ha chiesto una sospensione dei lavori di mezz’ora per permettere un confronto con i consiglieri sugli ordini del giorno e sugli emendamenti.

Le proposte di Degasperi: collegamento ferroviario con l’aeroporto Catullo, elettrificazione della Valsugana, secondo mezzo di emergenza per l’ospedale di Borgo

Il consigliere Filippo Degasperi (5 Stelle) è intervenuto per puntualizzare il fatto che anche se i trentini cominceranno a pagare di più a partire dal 2020

-perché da quel momento decadrà la detrazione sull’addizionale regionale Irpef- questo non significa che non si debba parlarne. La proposta del Movimento 5 Stelle è di confermare la detrazione per i pensionati trentini con reddito almeno sotto i 15.000 euro. Un’altra proposta prevede di evitare di far pagare la tassa di soggiorno almeno ai trentini. Critiche da parte di Degasperi anche per il passaggio dal 10 al 20% dei dirigenti nominati direttamente dalla Giunta e per il sovrintendente che, anziché figura di garanzia, sarà un sottintendente, che sarà possibile scegliere addirittura tra soggetti estranei al mondo scolastico, senza nessun paletto. Altra norma a suo avviso pericolosa per famiglie e studenti, quella che cancella l’esame di Stato per l’accesso all’alta formazione. Il consigliere pentastellato ha anticipato anche tre 3 proposte di ordine dl giorno: una dice sì al collegamento ferroviario con l’aeroporto Catullo di Verona, all’elettrificazione della Valsugana e all’introduzione del secondo mezzo di emergenza per l’ospedale di Borgo Valsugana.

Zeni: che fine hanno fatto gli ordini del giorno approvati a febbraio in materia sanitaria?
Luca Zeni (PD) ha notato che in sede di variazione di bilancio, nel febbraio scorso, furono approvati alcuni ordini del giorno con una valutazione, allora contestata dalle minoranze, che rimetteva a questo assestamento di bilancio la determinazione in ordine ad alcuni punti. Il consigliere ha chiesto conto di alcuni degli argomenti, allora proposti da Cia, che riguardavano la modifica dei parametri di assistenza infermieristica, lo screening mammografico, la dialisi serale.

L’assessora Giulia Zanotelli, a nome della Giunta ha chiesto una sospensione di trenta minuti per permettere un confronto sugli emendamenti.